Fatti&Misfatti

Anziane uccise a Ramacca, i fotogrammi dell’orrore: “Picchiate e sgozzate per saldare un debito di droga”

L’assassino avrebbe agito per procurarsi la misera somma di duecento euro. Tanto è costata la vita delle sorelle Lucia e Filippa Mogavero, 70 e 79 anni

RAMACCA (CATANIA) – Passerà ancora del tempo prima che questo paese possa sentirsi di nuovo sicura. L’orrore del duplice omicidio scoperto ieri in pieno centro a Ramacca non si attenua con l’arresto del presunto assassino, un 30enne del luogo pregiudicato per droga che avrebbe agito per procurarsi la misera somma di duecento euro. Tanto è costata

Fatti&Misfatti

Anziane uccise a Ramacca, assassino incastrato dai filmati e dalla soletta di uno scarponcino

A poche ore dal duplice omicidio, i carabinieri hanno fermato Gianluca Modica, un 30enne pregiudicato per droga. E’ stato immortalato dalle telecamere installate vicino alla casa di Lucia e Filippa Mogavero 

RAMACCA (CATANIA) – Si chiama Gianluca Modica il presunto assassino delle sorelle Lucia e Filippa Mogavero, accoltellate ieri nella loro casa di di Ramacca, in provincia di Catania. L’uomo, un pregiudicato di 30 anni per droga, era stato fermato dai carabinieri poche ore dopo l’efferato duplice delitto che ha sconvolto la cittadina calatina. Gli investigatori sono arrivati al

Mafia

Mafia, maxi blitz nel trapanese: è caccia al boss Matteo Messina Denaro

Duecento agenti stanno effettuando decine di perquisizioni nelle abitazioni di una trentina di fiancheggiatori del capomafia, tutti indagati per favoreggiamento

CASTELVETRANO (TRAPANI) – Maxi blitz della DDA di Palermo nella zona di Castelvetrano, in provincia di Trapani, paese del boss latitante Matteo Messina Denaro. Duecento agenti della Squadra Mobile di Palermo e dello Sco stanno effettuando decine di perquisizioni nelle abitazioni di una trentina di fiancheggiatori del capomafia, tutti indagati per favoreggiamento. I NOMI – Nel

Mafia

La mano della Stidda sul mercato di Vittoria

Tutti i dettagli dell’operazione delle Fiamme Gialle che ha scoperchiato un giro di illeciti intorno al settore ortofrutticolo nel ragusano

VITTORIA (RAGUSA) – Una mafia imprenditrice che imponeva i propri servizi al mercato ortofrutticolo di Vittoria creando un vero e proprio “cartello”. E’ quanto emerge dall’operazione “Ghost trash” messa a segno nelle scorse ore dai finanzieri del Comando provinciale di Catania, coordinati dalla Procura della Repubblica etnea, che ha portato all’arresto di otto perone accusate a vario

Fatti&Misfatti

Palermo, sgominata la “banda del tabacco”: 13 arresti

Nove le rapine all’attenzione dei Carabinieri, di cui due consumate con un bottino di un valore potenziale di quasi un milione di euro NOMI E FOTO DEGLI ARRESTATI

PALERMO – I carabinieri hanno arrestato a Palermo 13 persone accusate di avere messo a segno 9 rapine ai danni di furgoni porta tabacchi a Palermo. Il valore della merce rubata è di un milione di euro. I rapinatori avevano organizzato un commando caratterizzato da una struttura solida e articolata che operava ripartendo, tra gli

 

Fatti&Misfatti

Enna, fornitori pagati con assegni scoperti: denunciati due costruttori palermitani

Dopo essersi aggiudicati un appalto da 4 milioni per la realizzazione di uno stabile destinato all’Università Kore avrebbero pagato i materiali con assegni postdatati risultati scoperti

ENNA – Hanno vinto un appalto milionario per costruire uno stabile per conto dell’Università Kore di Enna, ma per realizzarlo solo parzialmente avrebbero pagato i fornitori, tutti ennesi, pagandoli con assegni postdatati risultati poi privi di copertura. Due imprenditori palermitani operanti nel ramo delle costruzioni di edifici civili ed industriali sono stati denunciati alla Procura

Fatti&Misfatti

Evasore totale scoperto dalla Guardia di Finanza: sequestrati beni a un imprenditore siracusano

All’amministratore e socio unico della società nautica “Interyacht”, con sede in Pachino, sequestrate quote societarie e disponibilità finanziarie per quasi 400 mila euro

SIRACUSA – La Guardia di Finanza di Siracusa ha eseguito un provvedimento di sequestro preventivo nei confronti della società Interyacht, con sede in Pachino, e del suo amministratore, nonché socio unico, Francesco Di Pinto al quale sono state sequestrate quote societarie e disponibilità finanziarie per un importo complessivo fino alla concorrenza di 392.706,50 euro. Le indagini

Fatti&Misfatti

Catania, investita da un’auto sulle strisce pedonali: trauma cranico per una 64enne

La donna stava attraversando viale Vittorio Veneto nei pressi della scuola “Mario Rapisardi”. E’ stata trasportata  al Pronto Soccorso dell’ospedale Cannizzaro

CATANIA – Una donna di 64 anni è stata investita stamattina poco prima delle 8 in viale Vittorio Veneto, a Catania, mentre attraversava le strisce pedonali nei pressi dell’istituto comprensivo “Mario Rapisardi”. Immediatamente soccorsa, la donna è stata trasportata da un’ambulanza del 118, in codice giallo, al Pronto Soccorso dell’ospedale Cannizzaro. Le è stato riscontrato

Politica&Poltrone

Bianco e gli altri. Sfida aperta per Palazzo degli Elefanti

All’ombra delle Regionali appena passate e delle Politiche incombenti, la sfida per la successione a Enzo Bianco è già cominciata. E potrebbe riservare sorprese

CATANIA. Mentre si smaltisce l’ubriacatura delle Regionali e già si prepara una nuova bevuta per le Politiche, qualche bottiglia viene messa da parte anche per le Amministrative catanesi di giugno 2018. All’ombra degli altri appuntamenti, anzi, la sfida per la successione a Enzo Bianco è già aperta. E la battaglia promette scintille. Il primo candidato

Fatti&Misfatti

Inceneritore, M5s a Musumeci: “Non inizi con un passo falso”

Resta alta la tensione sul termovalorizzatore, con la protesta convocata oggi pomeriggio dagli ambientalisti. Ma sul tema alzano la voce anche i pentastellati

PALERMO – “Il cammino di Musumeci non inizi con un passo falso. Sulla questione inceneritore nella valle del Mela, nei piani del governo nazionale, faccia la voce grossa e si metta di traverso”. E’ la presa di posizione del Movimento Cinque Stelle siciliano sulla questione del termovalorizzatore che dovrebbe sorgere a San Filippo del Mela, nel messinese.

Fatti&Misfatti

Scippano un’anziana a Pozzillo: catturati 20 minuti dopo a Catania

In manette due pregiudicati: sono stati intercettati da agenti della Squadra mobile mentre transitavano in piazza Cavour a bordo di uno scooter Piaggio Beverly 250

  CATANIA – Scippano un’anziana a Pozzillo, frazione marinara di Acireale, ma vengono catturati venti minuti dopo a Catania. Le manette sono scattate per i pregiudicati Mario Parisi, di 49 anni, e Carmelo Indorato, di 50. Sono accusati, in concorso, dei reati di scippo e resistenza a pubblico ufficiale. Venti minuti dopo aver scippato la donna, i

Fatti&Misfatti

Nascondeva in casa 100 dosi di marijuana

In manette Ignazio Ursì, 25enne di Piedimonte Etneo (Ct) per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti

PIEDIMONTE ETNEO (CATANIA) – Un 25enne, Ignazio Ursì, è stato arrestato a Piedimonte Etneo (Ct) dai Carabinieri per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. La scorsa notte, a conclusione di una breve ma proficua attività investigativa, i militari hanno fatto irruzione nell’abitazione del giovane pusher rivendendo nel corso della perquisizione, occultati all’interno di alcuni mobili,

Fatti&Misfatti

Messina, folle corsa per le vie del centro: in fuga dai carabinieri sperona numerose auto e un bus

Un 22enne è stato arrestato al termine di un lungo inseguimento iniziato in viale Giostra dove il giovane alla guida di una Smart non si era fermato all’alt dei militari dell’Arma

MESSINA – Un 22enne è stato arrestato a Messina dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Stamattina, poco dopo le 8, il giovane percorreva a bordo di una Smart di proprietà di un familiare, viale Giostra e alla vista di un posto di controllo dei Carabinieri che gli avevano

Fatti&Misfatti

Nomine dirigenti esterni alla Regione, prescritto Lombardo

La Terza sezione del Tribunale di Palermo ha dichiarato prescritto l’abuso d’ufficio per Lombardo e per l’ex capo di gabinetto Antonino Scimemi, in relazione a tre nomine

PALERMO – La Terza sezione del Tribunale di Palermo ha dichiarato prescritto l’abuso d’ufficio per Raffaele Lombardo, ex governatore siciliano, e per l’ex capo di gabinetto Antonino Scimemi, in relazione a tre nomine di super dirigenti esterni, ritenute illegittime. Gli incarichi in questione erano stati dati a Rino Lo Nigro, nominato direttore dell’Agenzia regionale per

Fatti&Misfatti

Agrigento, notaio truffa più di 2000 clienti: gonfiava le imposte da versare e intascava i soldi

Le Fiamme Gialle hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di numerosi conti correnti bancari e fondi di risparmio intestati al professionista 

AGRIGENTO – La Guardia di Finanza di Sciacca ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di numerosi conti correnti bancari nonché fondi di risparmio intestati ad un notaio con studio nel distretto di Agrigento-Sciacca. Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale che ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica di Sciacca. Le indagini delle

Fatti&Misfatti

Caltagirone, è un rumeno l’uomo decapitato

La vittima è Costel Ciobanu, un bracciante di 51 anni. A indirizzare le indagini verso questa ipotesi la sorella dell’uomo che dalla Romania ha denunciato la sua scomparsa

CALTAGIRONE (CATANIA) – Sarà l’esame del Dna ad avvalorare l’ipotesi sempre più concreta che il cadavere mutilato della testa e delle braccia ritrovato venerdì scorso in un bosco di Caltagirone (Ct) appartiene a Costel Ciobanu, un bracciante agricolo rumeno di 51 anni.  A indirizzare i carabinieri verso questa ipotesi la sorella dell’uomo, che vive in

Fatti&Misfatti

Ribera, blitz contro il caporalato: un operaio forestale finisce ai domiciliari

I carabinieri hanno scoperto 10 lavoratori stranieri irregolari impiegati nella raccolta delle arance. Sei persone denunciate. Elevate sanzioni per 40 mila euro

AGRIGENTO – Vasta operazione anti-caporalato nell’agrigentino. Alle prime luci dell’alba i Carabinieri del Comando Provinciale, con la collaborazione dei militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno condotto un blitz nelle campagne di Ribera, in questo particolare periodo dell’anno caratterizzato dalla intensa raccolta delle arance. Dopo una preliminare attività informativa svolta da militari dell’Arma in borghese,

Fatti&Misfatti

Pachino, usava i soldi del conto corrente del Corpo: indagato ex comandante dei Vigili urbani

Nicola Campo, oggi alla guida della Polizia municipale di Pozzallo, è accusato insieme ad altre persone di peculato, abuso d’ufficio e favoreggiamento personale

PACHINO (SIRACUSA) – La Procura della Repubblica di Siracusa ha notificato l’avviso di conclusione indagine nell’ambito dell’inchiesta su presunte anomalie nella gestione della contabilità della Polizia Municipale di Pachino. Tra i destinatari dell’avviso di garanzia all’allora comandante dei Vigili urbani, Nicola Campo, di 56 anni, oggi a capo dell’omologo corpo di Pozzallo (Rg). Gli indagati

Fatti&Misfatti

Palermo, a giudizio il Presidente del Consiglio comunale

Totò Orlando avrebbe abusato della sua posizione per interferire nell’attribuzione di un incarico. Il sindaco ha annunciato che il Comune si costituirà parte civile

PALERMO – E’ stato rinviato a giudizio dal Gip Nicola Aiello il Presidente del Consiglio Comunale di Palermo Totò Orlando. Tentata concussione l’ipotesi di reato formulata dal pm Claudia Bevilacqua, per fatti risalenti alla prima metà del giugno 2015. Orlando, difeso dall’avvocato Nino Caleca, avrebbe abusato della sua posizione e dei poteri connessi alla carica di Presidente del Consiglio per costringere due componenti della

Fatti&Misfatti

Cari catanesi, così vi prendono per il culo

Come testimoniano le foto scattate oggi da Tribù, al cantiere di corso Martiri inaugurato ieri non ci sono né uomini né mezzi. L’area risulta deserta 

CATANIA – “Questo non è un progetto, è un cantiere. In pochi mesi qui ci saranno un’area a verde, un campo per la pallacanestro e altre opere. Nel giro di tre o quattro anni, corso Martiri della Libertà scomparirà e al suo posto ci sarà una passeggiata pedonale piena di verde e piste ciclabili”. Con queste

 

 

 

 

 

 

Elezioni Regionali

Acireale, “50 euro per votare il candidato di FI”

A denunciarlo è stata la trasmissione di Italia Uno Le Iene, in un servizio andato in onda ieri sera girato dall’inviato Ismaele La Vardera nella cittadina del catanese

ACIREALE (CATANIA) – Ancora un presunto caso di voto di scambio alle Regionali siciliane del 5 novembre. A denunciarlo è stata la trasmissione di Italia Uno Le Iene, in un servizio andato in onda ieri sera, girato ad Acireale dall’inviato Ismaele La Vardera (già noto per essere stato candidato a sindaco di Palermo alle Amministrative dello scorso

Elezioni Regionali

Battiati, anziana interdetta al voto: falsificata un’altra firma

Sarebbero ben due le firme falsificate nella vicenda dell’anziana interdetta fatta votare nel seggio speciale della casa di cura “Maria Regina”

SANT’AGATA LI BATTIATI (CATANIA) – Sarebbero ben due le firme falsificate nella vicenda dell’anziana interdetta fatta votare nel seggio speciale della casa di cura “Maria Regina” a Battiati, nel catanese. A svelarlo, in un servizio andato in onda questa sera, è ancora Stefania Petyx di Striscia la Notizia. Era stata l’inviata del tg satirico a