2017: i nomi in corsa per l’elezione a sindaco di Catania

Bianco, Pogliese, Grillo e Giuffrida i nomi più ricorrenti

salvo pogliese parlamentare europeo

Con il 2017 prende il via anche la lunga campagna elettorale per eleggere il nuovo sindaco di Catania.

Salvo Pogliese, deputato europeo, sembra aver ceduto alla tentazione e, secondo indiscrezioni, coglierebbe la debolezza della sindacata Bianco per giocare una partita facile, ma dovrebbe così lasciare il comodo e prestigioso scranno di Bruxelles.

Già consigliere comunale a Catania, già deputato regionale, storico dirigente del movimento giovanile della destra italiana, Pogliese ha certamente i numeri per correre e potrebbe sotto di lui riaggregarsi la destra etnea, storicamente maggioritaria in città.

C’è però l’incognita del Movimento 5 Stelle.

giulia grillo camera dei deputati

Anche se Catania non è mai stata tra le città più generose quanto a voto comunale, tuttavia se il candidato sarà di spessore potrebbe risultare l vera novità e guadagnare un ballottaggio che a quel punto vedrebbe favoriti i grillini.

Una personalità sollecitata a candidarsi è Giulia Grillo, attuale capogruppo alla Camera dei Deputati.

Ma anche il sen. Giarrusso potrebbe essere della partita. Entrambi hanno chanches nella corsa a diventare primo cittadino.

C’è naturalmente Enzo Bianco, sindaco uscente che conosce bene la città e che punterebbe tutte le sue carte per passare alla storia con un altro mandato a sindaco.

Bianco potrebbe contare anche su una parte del voto moderato, ma non è detto che non si ritrovi con spaccature all’interno della coalizione di centro-sinistra, dove guadagna sempre più posizioni l’ipotesi di candidare a Palazzo degli Elefanti Michela Giuffrida, attualmente deputato europeo per il PD, volto popolare e con l’appeal femminile ma soprattutto non coinvolta mai in alcuna vicenda amministrativa.

michela giuffrida parlamentare europeo

Resta in primo piano il tema del progetto di città che ciascun candidato vorrà presentare, per capire chi ha un’idea di futuro e distinguerlo da chi vorrà solo desidera sulla pelle stanca di una città in crisi.

 

Articoli correlati

2

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *