Anniversario omicidio Fava, al via le celebrazioni in memoria del giornalista ucciso dalla mafia

Catania ricorda il giornalista ucciso il 5 gennaio 1984

CATANIA – Era andato a prendere la nipotina a cui aveva trasmesso la sua passione per il teatro. Arrivato all’entrata del “Verga”, non fece però in tempo a scendere dalla sua Renault 5: fu investito da una pioggia di proiettili calibro 7,65, sparati sul finestrino dell’auto. Moriva così, in una fredda serata di pioggia alla vigilia dell’Epifania di 33 anni fa, Pippo Fava, il giornalista di Palazzolo Acreide , fondatore della rivista “I Siciliani”.

Fava, che fu anche brillante scrittore e drammaturgo, fu freddato dai sicari di Cosa Nostra con cinque pallottole alla nuca. Pagava con il prezzo più alto, la vita, l’aver messo alla berlina il potere corrotto. L’aver squarciato il velo sui rapporti tra mafia, imprenditoria e politica. L’aver denunciato con approfondite analisi  gli aspetti malati del tessuto economico catanese e, più in generale, siciliano.

Nella ricorrenza del suo assassinio, Catania ricorda il cronista con una serie di appuntamenti e iniziative che inizieranno questo pomeriggio alle 17 in via Orfanelli, 36 al Centro permanente di formazione Scuola di vita e orchestra Falcone Borsellino con l’inaugurazione della libreria gratuita Giuseppe Fava.

Il clou delle celebrazioni è previsto domani, giovedì 5 gennaio. Alle 15.30 da Piazza Roma si muoverà verso via Fava un  corteo silenzioso. A seguire, alle 18, al Teatro Verga si terrà una performance teatrale, con gli attori della scuola dello Stabile che leggeranno, con interventi musicali dell’orchestra Musica insieme Librino, una lezione sulla mafia, tenuta da Fava agli alunni di Palazzolo Acreide il 22 dicembre del 1983. Sempre al Verga seguiranno un  dibattito “La città (im)possibile” e la consegna del Premio giornalistico “Giuseppe Fava” a Giovanni Tizian.

Altre iniziative sono previste sabato 7 e domenica 8 gennaio a Palazzolo Acreide.

 

Ecco il programma completo delle celebrazioni:

MERCOLEDI 4 Gennaio 

Ore 17:00 – Catania, Centro permanente di formazione Scuola di vita e orchestra Falcone Borsellino, Via Orfanelli, 36. Inaugurazione della Libreria gratuita Giuseppe Fava. La libreria raccoglie opere donate da cittadini e operatori di cultura e destinate ad essere donate ai ragazzini dei quartieri San Cristoforo, Librino e Adrano.Per la Fondazione Fava sarà presente la vicepresidente Francesca Andreozzi.

GIOVEDI 5 Gennaio 

Ore 15:30 – Catania Piazza Roma: CORTEO SILENZIOSO verso via Fava, in memoria di Pippo Fava, nel rispetto degli ideali e dei valori da lui incarnati e in segno di gratitudine per l’eredità trasmessa attraverso l’esempio del suo agire. Tutte le donne e gli uomini onesti sono invitati (I Siciliani Giovani, Azione Civile, Gapa, Ass. Giambattista Scidà, e numerose altre associazioni catanesi).

Ore 17:00 – Catania via Fava: presidio alla Lapide. Durante il presidio il Comune di Catania, in sostituzione della tradizionale corona di alloro, donerà in memoria di Giuseppe Fava un violino all’orchestra Musica insieme Librino. La Fondazione Fava, in memoria di Elena Fava, donerà un violino ai ragazzi dell’orchestra Falcone e Borsellino. Seguirà un breve recital musicale sotto la lapide.

Ore 18:00 – Catania Teatro Verga (via Fava): performance teatrale. Gli attori della scuola del teatro Verga leggeranno, con interventi musicali dell’orchestra Musica insieme Librino, una lezione sulla mafia, tenuta da Giuseppe Fava agli alunni di Palazzolo Acreide il 22.12.1983.

Ore 19:00 – Catania Teatro Verga (via Fava): Dibattito La città (im)possibile. Adriana Laudani intervista Attilio Bolzoni, Claudio Fava, Miki Gambino e Giovanni Tizian. A seguire, la Consegna del Premio giornalistico Giuseppe Fava a Giovanni Tizian

Ore 20:00 – Catania Gapa (via Cordai 47): “Un semplice fatto di cronaca“, spettacolo di burattini di Gianluca Ferro e IvanaParisi.

Ore 21:00 – Catania Gapa (via Cordai 47): Assemblea dei “Siciliani giovani”

SABATO 7 Gennaio 

Ore 18:00 – Palazzolo Acreide (SR) Aula Consiliare del Comune Dibattito: “Miracolo alla Sanità”

Un quartiere dove l’arte e la malavita si incrociano ad ogni angolo, incuranti l’una dell’altra. Nuovo Teatro Sanità, un luogo che è quasi un’isola… …

Partecipano al dibattito: Mario Gelardi (Presidente e Direttore Artistico del Nuovo Teatro Sanità), i Ragazzi del Collettivo Nuovo Teatro Sanità; Maria Teresa Ciancio (Presidente della Fondazione Fava); Francesca Andreozzi (Vicepresidente della Fondazione Fava)

Modera l’incontro: Massimiliano Perna (Giornalista)

Presenta Sebastiano Infantino

Consegna del Premio Giuseppe Fava Palazzolo Acreide a Mario Gelardi e ai ragazzi del collettivo NTS(Nuovo Teatro Sanità)

DOMENICA 8 Gennaio

Ore 18:00 – Palazzolo Acreide (SR) Aula Consiliare del Comune

Presentazione del progetto “In fieri. Secondo Giuseppe Fava”

da parte de I ragazzi dell’ACCI (Laboratorio (Arte Creativa e Cultura Innovativa) presentano il loro progetto “In fieri. Secondo Giuseppe Fava”. Il progetto, nel solco del loro lavoro, prevede di creare una rete di esperienze culturali, spazi per produrre e consumare cultura e laboratori di creatività giovanile.

Le giornate di Palazzolo Acreide sono organizzate dal Coordinamento Fava Palazzolo Acreide e dalla Fondazione Fava, con la collaborazione dell’ACCI Lab Palazzolo, il patrocinio dell’Associazione Antiracket Palazzolo, quello del Comune di Palazzolo e dell’Assostampa Siracusa.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *