Attaguile al centrodestra: ‘Tutti con Musumeci o noi da soli’

Il segretario di Noi con Salvini già nei mesi scorsi aveva annunciato la propria candidatura se lo schieramento non fosse arrivato ad esprimere un nome unico

attaguile

Sulla spaccatura del centrodestra siciliano in vista delle elezioni Regionali del prossimo 5 novembre interviene il segretario nazionale di Noi con Salvini Angelo Attaguile. Per ribadire che il sostegno della “lega nazionale” all’ex Presidente della Provincia di Catania arriverà soltanto se la candidatura sarà condivisa da tutto lo schieramento. Diversamente i salviniani si dichiarano pronti a correre da soli.

“Se Nello Musumeci non riuscirà a compattare il centrodestra attorno alla sua candidatura correremo da soli – scrive in una nota il segretario della Commissione nazionale Antimafia – ribadisco, in linea con quanto in tempi non sospetti ha puntualizzato in ambito nazionale il nostro leader Matteo Salvini, che nella nostra coalizione non potrà mai trovare posto Alternativa popolare. Siamo incompatibili per storia e per valori”. Proprio in queste ore Forza Italia ragiona sul nome da proporre per il dopo-Crocetta, con Berlusconi “diviso” tra il suo ex Sottosegretario e il professor Gaetano Armao

“Un principio che può sembrare scontato per chi, come me, ad Alfano e Castiglione ha fatto una vera e decisa battaglia politica sin dal primo istante – ricorda l’onorevole Attaguile – chiedendone le dimissioni, specie dopo lo scandalo del Cara di Mineo, anche con interpellanze e interventi in aula in funzione ispettiva. Principio che, possono comprenderlo, magari non è così automatico per altri meno coerenti che sentono il bisogno di ribadirlo in ogni comunicato stampa, visto i loro trascorsi”.

Se Musumeci non riuscirà a raggiungere l’accordo politico con tutte le altre forze di centrodestra, riprenderemo il timone e potremmo anche decidere di correre da soli”, conclude il segretario di Noi con Salvini, che già nei mesi scorsi aveva annunciato la propria candidatura se lo schieramento non fosse arrivato ad esprimere un nome unico. Un indirizzo condiviso dal leader nazionale del movimento, cui Attaguile ribadisce fiducia: “In ogni caso, siccome noi abbiamo rispetto dei ruoli e del nostro leader, rimetteremo la decisione finale nelle mani di Matteo Salvini”.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *