Attaguile: “Musumeci non è riuscito a unire, faccia passo indietro”

Il segretario nazionale di Noi con Salvini chiude al leader di #DiventeràBellissima: “Lo faccia per il bene della coalizione di centrodestra”

musumeci

CATANIA – Dopo l’appello all’unità lanciato da Silvio Berlusconi a nuovi e vecchi alleati del centrodestra in cui il Cavaliere ha tracciato, seppur senza mai nominarlo, l’identikit di Gaetano Armao come candidato a governatore della Sicilia, arriva un altro stop alla corsa di Nello Musumeci per le Regionali del 5 novembre.

Il mittente è Angelo Attaguile, che già in passato aveva più volte minacciato di non togliere il sostegno al leader di #DiventeràBellissima, che nei giorni scorsi ha comunque già lanciato una campagna di affissioni in tutta l’Isola, se la sua candidatura non fosse stata in grado di compattare la coalizione.

Mi spiace prendere atto che a distanza di mesi l’amico Nello Musumeci non è riuscito a portare a compimento il mandato di ricompattare il centrodestra siciliano. Adesso faccia un passo indietro lui per il bene del centrodestra in quanto ho appurato che non ci sono più le condizioni per una sua candidatura unitaria”, afferma in una nota il segretario nazionale di Noi con Salvini, che alcuni mesi addietro ha fatto un passo indietro “per il bene dell’unità della coalizione”.

Attaguile si dice pronto a riprendere la sua candidatura a governatore che in conferenza stampa aveva ricevuto l’investitura del leader del Carroccio, Matteo Salvini: “Siamo pronti a correre da soli se non si dovesse trovare un candidato in grado di ricompattare la coalizione- aggiunge – e sono pure disposto a sacrificare il mio ruolo nazionale per restare qui in Sicilia a fianco dei miei conterranei che decideranno di sposare il nostro progetto di sincero rinnovamento e rilancio. In ogni caso rimetteremo ogni decisione al nostro leader Matteo Salvini, che ci darà le indicazioni a cui attenerci”.

Il movimento Noi con Salvini punta a realizzare liste senza deputati uscenti che siano in carica da due mandati consecutivi “e debbono – puntualizza  Attaguile – inoltre essere in linea con il codice etico che abbiamo adottato in commissione nazionale antimafia. La ricetta per rilanciare la Sicilia? Un piano speciale per le infrastrutture, rilancio delle piccole e medie imprese, massima attenzione per i nostri giovani talenti, serio rilancio del turismo isolano”, conclude Angelo Attaguile.

Articoli correlati

1

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *