Corte Costituzionale: anche i papà detenuti potranno assistere i figli minori di 10 anni

Anche i papà detenuti potranno ora assistere all’esterno i figli sotto i 10 anni. La Corte costituzionale, infatti, lo scorso 23 luglio ha sancito che: <<È costituzionalmente illegittimo l’art. 21-bis della legge 26 luglio 1975, n. 354 (Norme sull’ordinamento penitenziario e sull’esecuzione delle misure privative e limitative della libertà), nella parte in cui, attraverso il

Il testo integrale della sentenza sulla trattativa stato-mafia

La sentenza pronunciata dalla Corte di Assise di Palermo è destinata a far discutere chissà per quanto tempo. Certamente mette nero su bianco verità che dobbiamo avere il coraggio di guardare in faccia. Essa rappresenta uno strumento formidabile per quanti vogliono prendere coscienza di come siano andate le cose per poi assumere ogni giusta determinazione affinché

Nasce “Avvocatura Libera”

Non è un bel periodo per l’Avvocatura, per motivi, forse storici, diversi, perché l’azione del Legislatore l’ha indebolita, perché nella società si è affermato il mito del Magistrato (peraltro con buone ragioni), perché si è sempre più creduto meno al principio del presunto innocente preferendogli quello clanico del presunto colpevole, e per tante altre ragioni

La Magistratura c’è, ma ora i catanesi non hanno più alibi. Basta con certi salotti

Ora tocca a noi. Serve la sanzione sociale verso chi è indegno di vivere in società, ed invece in questa città ancora una volta l'ostracismo è per chi opera e si batte. C'è del marcio nella società civile... 

L’Operazione “Giano bifronte” ha segnato un momento di eccezionale successo investigativo e ciò è stato possibile grazie ad una Procura che affronta le aree grigie di questa città senza le timidezze di un tempo. Le prove, il processo, il giudizio apparterranno ai Giudici, ma a noi cittadini tocca intanto svolgere quel compito che la Magistratura

Sono solo un avvocato e voglio parlare di ingiustizie

In aula di tribunale chi è più debole? Chi accusa o chi si difende?

Non sono un giornalista ma semplicemente un avvocato, un penalista di provincia che ama il proprio lavoro. L’editoria è sempre stata una mia passione, fin da ragazzino, fin da quando collaboravo con la terza pagina de La Sicilia di Turi Scalia, o con L’Opinione di Arturo Diaconale, o quando ho avuto l’onore di discutere di

Un BLOG perché non si può tacere

Sei mesi orsono avevamo deciso di rinunciare a dire la nostra, poichè ci aveva colto la sensazione che servisse a poco in un tessuto, come quello siciliano, sempre più compromesso. Non ci piaceva, e non ci piace, neppure il fiorire di certa pseudo stampa, incline al dossieraggio, e non vorremmo, neppure incolpevolmente, prendere parte alla semina