Giocavano anche alle slot machines, 5 falsi ciechi percepivano pensione di invalidità

Le Fiamme Gialle di Barcellona Pozzo di Gotto scoprono truffa da oltre 600 mila euro

  BARCELLONA POZZO DI GOTTO (MESSINA) – Facevano la spesa al supermercato, passeggiavano e attraversavano con disinvoltura vie trafficate e giocavano anche alle slot machines. A Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, cinque falsi ciechi conducevano una vita normale. Il tutto senza aiuto o accompagnatore. Da anni percepivano la pensione di invalidità come non vedenti.

Tragedia alla Targa Florio, auto fuori strada: 2 morti

Perdono la vita un pilota messinese e un commissario di gara. La corsa è stata annullata

PALERMO – Tragedia al rally Targa Florio: un commissario di gara e un pilota sono morti durante una tappa della seconda giornata della gara. Le vittime sono il 56enne Giuseppe Laganà, originario di Lentini, e Mauro Amendolia, messinese di 52 anni. Il navigatore, Gemma Amendolia, 26enne figlia del pilota, è rimasta ferita ed è stata portata all’ospedale di Petralia

Piattaforme petrolifere esentasse, Fiumefreddo: “Decisione governo scandalosa”

L'amministratore unico di Riscossione Sicilia: "Se la misura non sarà revocata attiverò tutti gli strumenti legali"

Il caso delle piattaforme petrolifere era stato già sollevato da Fiumefreddo la scorsa estate, quando gli ispettori di Riscossione hanno intimato di versare le tasse ai titolari trivelle piazzate a poche miglia dalle coste dell’isola. In ballo, almeno 60 milioni di tributi non pagati

Amt, si dimette anche Drago. Continua la fuga dal Cda, perchè?

Lungaro: "Azienda economicamente in piedi". Sindacati sul piede di guerra: "Subito un incontro con Bianco"

La partecipata dal Comune di Catania deve fare i conti con le improvvise dimissioni rassegnate “per motivi personali” da Domenico Drago, uno dei due consiglieri di amministrazione. Il 5 maggio nuovo sciopero di 8 ore proclamato da Fast Confsal e Faisa Cisal

Girlando a processo per tentata concussione

L'ex assessore al Bilancio del Comune di Catania rinviato a giudizio: la prima udienza il 6 dicembre prossimo

La vicenda risale alla fine di febbraio dello scorso anno, quando il direttore generale della Simei, Gianluca Chirieleison si presenta dai carabinieri denunciando di essere stato minacciato dall’allora assessore Girlando. La Simei, azienda che da anni si occupa della manutenzione dell’illuminazione pubblica, era in attesa di chiudere una transazione da quasi 4 milioni con il Comune.

Cara di Mineo, Odevaine patteggia: condannato a 6 mesi

La pena inflitta dal Gup Mirabella è stata decisa in continuazione con quella a 2 anni e 8 mesi della Procura di Roma

CATANIA – Luca Odevaine è stato condannato a 6 mesi di reclusione dal gup di Catania, Santino Mirabella, previo patteggiamento, per turbativa d’asta e falso, nell’ambito dell’inchiesta sulla concessione dell’appalto dei servizi, dal 2011 al 2014, al Cara di Mineo. La pena è  stata decisa in continuazione con quella a 2 anni e 8 mesi inflitta

Caso Girlando, il Comune chiamato a risarcire i danni

Il Gup rigetta la richiesta di esclusione da responsabile civile avanzata dal legale dell'amministrazione di Palazzo degli Elefanti

Nel pomeriggio, è attesa la decisione sulla richiesta di rinvio a giudizio dell’ex assessore al Bilancio, riconfermata dal Pm Regolo in quanto “il dibattimento sarà indispensabile per valutare l’ipotesi di reato”. Da parte sua l’avvocato Carmelo Peluso, legale di Girlando, ha chiesto il “non luogo a procedere”.

Oda: “Assistiamo sgomenti a giochi di potere incomprensibili”

Le ansie e le preoccupazioni di un folto gruppo di lavoratori della Fondazione

La crisi dell’Oda non conosce ancora i titoli di coda. Tiene sempre banco infatti il braccio di ferro tra il commissario straordinario Adolfo Landi e il Cda ‘azzerato’ dalla Curia. Una situazione “paralizzante e paralizzata” secondo un folto gruppo di dipendenti riunitisi in assemblea. “Se questo stato dovesse perdurare potrebbe mettere in serio pericolo la Fondazione, il nostro lavoro, i nostri utenti”.

Liquidazione Riscossione, Fiumefreddo: “Regalo ai grandi evasori”

"La decisione della Commissione Bilancio è giuridicamente inapplicabile"

L’amministratore unico della società Società incaricata di gestire la riscossione dei tributi e delle altre entrate nella Regione Sicilia, si dice “molto preoccupato per i cittadini che a migliaia stanno presentando domanda di rottamazione”.