De Luca condannato a sei anni e tre mesi di reclusione. Il 7 novembre l’appello per peculato e truffa

Arrestato e condannato dal Tribunale per i retai di truffa e peculato, sospeso dall'Ordine dei giornalisti pubblicisti del Piemonte, indagato per plurime condotte di diffamazione aggravata a mezzo stampa, continua a firmarsi su un foglio on line che non ha sede né redazione. Chi lo finanzia e chi lo protegge?

Il 7 novembre prossimo la Corte di Appello di Catania, seconda sezione penale, si occuperà di Ignazio De Luca, il pubblicista pluri-indagato accusato di un ammanco milionario ai danni di un Istituto di beneficienza presso il quale svolgeva le funzione di segretario generale. In primo grado, la Terza Sezione Penale del Tribunale di Catania gli

Ecco chi c’è dietro Laspiapress e il suo direttore condannato

Comincerà il 26 febbraio del prossimo anno, di fronte al Tribunale di Cuneo, il processo a carico di Pietro Agen e Ignazio De Luca

Comincerà il 26 febbraio del prossimo anno, di fronte al Tribunale di Cuneo, il processo a carico di Pietro Agen e Ignazio De Luca. Il Presidente della Camera del Sud Est, a lungo ai vertici di Confcommercio Sicilia, è chiamato a rispondere di falso in atto pubblico. Secondo i magistrati cuneesi, avrebbe rilasciato a Ignazio

Morti in ospedale, medici in Tribunale

Quante volte negli ultimi anni abbiamo letto di casi di malasanità finiti nelle aule di Tribunale? Troppe, specialmente nella nostra Sicilia

Quante volte negli ultimi anni abbiamo letto di casi di malasanità finiti nelle aule di Tribunale? Troppe, specialmente nella nostra Sicilia. Un paradosso, visto che la Sanità italiana, anche nel Meridione, può contare su eccellenze di livello internazionale e su medici riconosciuti come veri e propri luminari. Eppure ogni tanto qualche cosa va storto, incrinando

Lettera con proiettile al Capo della Mobile di Caltanissetta. Cosa sta accadendo in Sicilia?

Un gesto intimidatorio che segue di pochi giorni quelli al Procuratore Bertone e al Presidente della Commissione regionale antimafia Fava

Una busta con proiettile recapitata al Capo della Squadra Mobile di Catanissetta Marzia Giustolisi. Un gesto intimidatorio che segue di occhi giorni quelli al Procuratore distrettuale di Caltanissetta Amedeo Bertone e al Presidente della Commissione regionale antimafia Claudio Fava. L’odore del piombo che torna a farsi sentore in Sicilia, piombo recapitato per posta e non

Genova, uccise il marito a coltellate: assolta per legittima difesa

La Corte d'Assise della città della Lanterna, nei giorni scorsi, ha assolto una donna accusata di aver ucciso il marito con ben ventiquattro coltellate

Il caso arriva da Genova ed è di quelli destinati, forse, a fare giurisprudenza. La Corte d’Assise della città della Lanterna, nei giorni scorsi, ha assolto una donna accusata di aver ucciso il marito con ben ventiquattro coltellate. Secondo i giudici, tuttavia, si sarebbe trattato di legittima difesa. Al culmine di un litigio la donna avrebbe disarmato

Dal Daspo per i corrotti all’agente sotto copertura, cosa c’è nel disegno di legge “Spazza Corrotti”

A presentare il testo il premier Giuseppe Conte, il Vicepremier e Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio e il Guardasigilli Alfonso Bonafede

E’ stato approvato ieri in Consiglio dei Ministri il disegno di legge anti-corruzione. Un insieme di norme che serviranno a “spazzare via” la corruzione dalla pubblica amministrazione e dalla società. A dirlo ai giornalisti il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Vicepremier e Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio e il Ministro della Giustizia

Avvocatura Libera Italiana: «Difesa gratuita per le famiglie delle vittime. Procura proceda per strage»

L’inziativa del movimento guidato dal penalista catanese per venire incontro alle famiglie delle vittime della tragedia del viadotto Morandi a Genova

“Celebratisi i funerali delle povere vittime del tragico crollo del ponte a Genova, servirà che tutti e ciascuno ci si adoperi per offrire un sostegno concreto ai familiari delle vittime”. Lo scrive in una nota Antonio Fiumefreddo segretario dell’associazione Avvocatura Libera Italiana. “L’associazione che rappresento ha deciso di mettere a disposizione delle famiglie l’assistenza legale necessaria

ODA, la difficile estate dei lavoratori senza stipendio

All'Opera Diocesana di Accoglienza il personale è andato in ferie senza ricevere il dovuto. Disagi anche per tra le famiglie dei pazienti

E’ un’estate difficile per i lavoratori dell’ODA di Catania, medici, infermieri e operatori sanitari. L’ennesima dopo vent’anni di tribolazioni, racconta la professoressa Anna Ciancio, che all’Opera Diocesana di Accoglienza lavora da una vita. E che anche quest’anno è andata in “ferie” con la preoccupazione di uno stipendio che non arriva e di una struttura le cui sorti,

Palermo, mutilazioni a vittime compiacenti per truffe assicurative. E’ la società del disagio

Le vittime venivano scelte tra categorie particolarmente disagiate, "disoccupati al limite della povertà, tossicodipendenti, alcolisti"

A Palermo due organizzazioni criminali avrebbero realizzato truffe assicurative mutilando gli arti di vittime compiacenti. A scoprirlo la Polizia di Stato, che nelle scorse ore ha arrestato undici persone nel corso dell’operazione “Tantalo”, coordinata dalla Procura di Palermo. Il nome dell’operazione richiama il personaggio della mitologia greca che crudelmente fece a pezzi e cucinò i suoi stessi figli. E il

Catania, getta candeggina sul volto della fidanzata. Compagno violento arrestato dalla Squadra Mobile

Accade in piazza Federico di Svevia, uno dei luoghi della movida su cui si affacciano molti ristoranti e dove passeggiano ogni sera migliaia di giovani

Candeggina sul volto di una donna. Accade a Catania, in piazza Federico di Svevia, uno dei luoghi della movida catanese su cui si affacciano decine di ristoranti e dove passeggiano ogni sera migliaia di giovani.  Proprio lì, in uno dei caseggiati che circondano il Castello federiciano, si è consumato l’efferato atto di violenza. Responsabile un uomo