Impianti sportivi e riqualificazione urbana, sbloccati 47 progetti in tutta la Regione

Li ritroviamo nella nuova finanziaria che sbarcherà in aula domani pomeriggio

Li abbiamo letteralmente ripescati dal cilindro. Sono 47 dei 50 progetti dal valore totale di 72 milioni di euro. Finanziati dall’Unione Europa con i fondi FESR, il governo di Rosario Crocetta non era mai stato in grado di spenderli

Continuano i furti con spaccata, commercianti disperati: “Siamo abbandonati”

Il copione è sempre lo stesso. È successo questa notte intorno alle 3:30 in tre negozi di Sant'Agata Li Battiati e San Giovanni La Punta

Dopo gli ultimi casi nel salotto di Catania, sotto mira dei ladri ci sono i paesi etnei. La titolare: “Con che spirito dobbiamo continuare a lavorare?

Librino e il vuoto indentitario da colmare, Presti: “Bellezza anche nei manifesti a metà”

Il lato B della Porta della Bellezza: arte o degrado? Ce lo spiega il mecenate catanese

Volti a metà, manifesti sbiaditi, cartelloni sgualciti e penzolanti. Si presenta così il lato B della Porta della Bellezza, nota istallazione permanente all’ingresso del popolare quartiere di Librino. L’ha ribattezzata Porta dell’Identità e ha l’intento di raccontare la faccia più intima della periferia catanese

Lombardo, assolto dall’accusa di concorso esterno. Condanna a due anni per voto di scambio

Arriva la sentenza della Terza Sezione Penale della Corte d'Appello di Catania

L’aula è gremita. A mancare, solo lui. Lo aveva preannunciato sin da stamattina: qualsiasi sarebbe stata la sentenza, Raffaele Lombardo avrebbe lasciato a bocca asciutta i giornalisti. La sedia è vuota. L’ex governatore, sempre presente alle udienze, non ha assistito alla lettura della sentenza

ONG sotto attacco: “UE irresponsabile, noi capro espiatorio”

Dopo i dubbi sollevati da Frontex e da una fetta della stampa e della politica, SOS Mediterranee e Medici Senza Frontiere rispondono: "Nulla da nascondere"

L’ultima volta che siamo saliti a bordo di Aquarius, era in procinto di salpare dal porto di Catania. Oggi torniamo a bordo per un motivo completamente diverso

“Podere mafioso”, i funzionari infedeli e il rapporto perverso con il clan

Decine di aziende fantasma operavano su terreni inesistenti o rimasti incolti. Lo scopo: ottenere indennità e disoccupazione agricola per circa 500 finti braccianti

Sono 17 le persone indagate a vario titolo per associazione a delinquere finalizzata alla truffa a danno dello Stato e corruzione, alcuni aggravati dal metodo mafioso

Oda, ufficiale il cambio al vertice. Landi: “Non guarderò in faccia nessuno”

La Prefettura di Catania ha registrato ufficialmente l'insediamento del commissario Adolfo Landi

Al centro della questione, c’è lo Statuto e il dibattito su chi dovrebbe gestire l’Ente. Ma ci sono anche i 53 milioni di debiti accumulati nelle precedenti amministrazioni e su cui non si è mai fatta luce