Problemi economici alla base della violenza: ecco la genesi delle “tragedie” in famiglia

Lo so, al solo sentir nominare la sociologia o la psicologia sociale, vi viene una barba che neanche Rasputin. Eppure, a leggerne qualcosa anche solo per saperne parlare, si acquisiscono chiavi di lettura del sociale di gran lunga più pertinenti rispetto a quelle che si conseguono guardando Pomeriggio 5. Si esce dagli alberi, per così

Palermo, la Ragioneria dello Stato invia ispettori. Chieste le carte, Orlando: “Collaboriamo”

Maria Rita Longo, Cesare Carassai ed Ermanno Piteo sono i tre ispettori inviati a Palazzo delle Aquile per verificare l’operato del Comune

Una verifica quanto meno anomala. Voci di corridoio insinuano che sia dovuta a qualche interrogazione parlamentare del M5S, ma è un’ipotesi improbabile quanto un’altra. La sola cosa che si sa per certa è che il terzetto si è installato in una delle stanze del Capo di Gabinetto e ha chiesto di vedere e vagliare praticamente tutto.

Palermo, prosegue la spy story grillina. Ma le critiche ai giudici ricordano il Cav

Dentro gli intrecci della vicenda firme false

Era una notte buia e tempestosa… Certo, che fosse buia e tempestosa non è dato sapere, ma che fosse notte è sicuro, ed era quella del 3 aprile 2012. La “firmopoli” siciliana che vede protagonisti i grillini è cominciata quella notte di quattro anni e mezzo fa, quando in una stanza del meetup di Palermo,

Palermo a cinque mesi dalle Amministrative: chi sarà il nuovo sindaco della “capitale” siciliana?

Il capoluogo di Regione voterà tra qualche mese il nuovo primo cittadino. Tutti gli schieramenti in campo per la corsa a sindaco

Mangerà il panettone, questo è certo, ma di sicuro gli andrà di traverso la colomba. A cinque mesi dal voto per l’elezione del nuovo sindaco palermitano, Leoluca Orlando Cascio è ai suoi minimi di popolarità. Riservatissimi sondaggi rivelerebbero una forbice tra il 12 e il 15 per cento. Manco sufficiente per il ballottaggio.

Nostra eccellenza: Vince Randisi Officine

Vince Randisi, artista e artigiano, è uno di quei rari uomini che fa il proprio lavoro esclusivamente per il piacere di farlo

Al primo impatto mi ricorda Rodin. Non nell’aspetto, anche se pure lui ha la barba, gli occhiali, la fronte alta. Più per quello che si intuisce dietro l’aspetto, invece: una sorta di complessità profonda mista a vigore e personalissima rimodulazione della fisicità. Come Rodin, è schivo, quasi sorpreso quando gli chiedo se posso parlare del

Il lato oscuro della Chiesa in Sicilia

Viaggio nel silenzio degli abusi nella nostra Regione

Quelli acclarati sono una ventina, ma in Sicilia i casi di abusi su minori da parte di sacerdoti sono probabilmente molti di più. Una certa cultura della vergogna, la tendenza a colpevolizzare la vittima (anche quando si tratta di bambini) e la sfiducia nelle istituzioni e nella giustizia, fanno sì che gran parte del fenomeno