Feste, amici e lavatrici: il Ferragosto social dei candidati presidente

Gli aspiranti inquilini di Palazzo d'Orleans scelgono di condividere con i follower-elettori il loro Ferragosto. E non c'è che l'imbarazzo della scelta

Nell’epoca dei social network non esistono momenti privati. Sopratutto se ti accingi a correre per la carica di Presidente della Regione Siciliana, e la calda estate non è altro che un riscaldamento per la campagna elettorale che inizierà ufficialmente in autunno

“Riposa in pace ‘zu Iano”: su FB il cordoglio per il boss

A qualcuno la scelta di negare le esequie pubbliche al Sebastiano Laudani non è piaciuta. E la piazza scelta per manifestare col dissenso è quella del web

Nelle scorse ore la decisione del questore di Catania Giuseppe Gualtieri di vietare i funerali pubblici per il boss, le cui esequie sono state celebrate in forma privata al Cimitero. Un atto volto a impedire manifestazioni roboanti da parte della famiglia, in continuità con quanto disposto in passato per soggetti riconducibili alla malavita catanese, di rango ben più basso rispetto a Sebastiano Laudani. Ma a qualcuno la scelta di negare le esequie pubbliche al boss non è piaciuta

Setta degli orrori, i commenti sul gruppo Facebook: “Giornalisti infangano, Dio sa come punirli”

A dieci giorni dall'arresto di Pietro Capuana e di Fabiola Raciti, Rosaria Giuffrida e Katia Concetta Scarpinato i commenti in una delle pagine virtuali della comunità

ACI BONACCORSI (CATANIA) – “Noi dell’associazione siamo forti e non ci facciamo intimorire dalle minchiate che scrivono questi sulla carta stampata”. A dieci giorni dall’arresto dell’”arcangelo” Pietro Capuana e delle tre “apostole” Fabiola Raciti, Rosaria Giuffrida e Katia Concetta Scarpinato – accusati di aver messo in piedi un giro di abusi sessuali all’interno dell’Associazione Cattolica Cultura e Ambiente

Centro destra senza nome. L’opera dei pupi continua

Il Cavaliere resta indeciso su quale alleato perdere, se Meloni e  Salvini (già scesi in campo per Nello Musumeci) o Alfano corteggiato in queste ore dal PD

Alla fine Berlusconi non ha incoronato nessuno. L’atteso pranzo di ieri ad Arcore, alla presenza del commissario regionale di FI Gianfranco Micciché e del presidente del Movimento Nazionale Siciliano Gaetano Armao, non ha prodotto nessuna ufficialità sul candidato del centro destra alle prossime regionali

Aggressione ad un autista dell’Amt: ‘Penso di licenziarmi’

Il conducente assalito ieri in zona Pigno parla ai microfoni di Tribù: "Ogni giorno così, guidare quest'autobus sta diventando una guerra. Sto pensando di lasciare il posto"

“Queste cose accadono ogni giorno. Avevo il passaggio occupato da alcune macchine, ho chiesto ad uno degli autisti di spostarsi e lui mi ha risposto in tono minaccioso. Poi è salito sull’autobus, mi ha aggredito le spalle ed è nata la colluttazione”. A parlare ai microfoni di Tribù è Carlo Trombetta, 46 anni, aggredito ieri mentre svolgeva il suo lavoro di autista sulla linea 523 dell’AMT

Don Caputo, la setta dell’orrore e quel legame con il prete pedofilo

Il sacerdote finito al centro dell'inchiesta "12 apostoli" della Procura di Catania era già stato coinvolto in una storia di abusi su minore in ambiente ecclesiastico

“Tutto immaginavo, nella mia vita, tranne che facevo il prete…Il Signore mi ha spiazzato”. Così parlava – il 3 maggio del 2009, poco prima dell’ordinazione presbiterale nella Basilica di San Pietro in Vaticano, l’allora diacono Orazio Caputo. Il giorno dopo sarebbe stato Benedetto XVI in persona ad accoglierlo tra i pastori della Chiesa universale. Ma il cammino di padre Orazio era destinato a essere tutt’altro che lineare

L’Arcangelo, le Apostole e le vittime: le “parti” nella setta dell’orrore

Al centro dell'operazione "12 apostoli" della Polizia Postale di Catania la comunità "Associazione Cattolica Cultura e Ambiente" di Aci Bonaccorsi fondata da padre Cavalli. Tutti i dettagli dell'operazione 

Si faceva chiamare l'”arcangelo” e poteva contare su un gruppo di fedelissimi che si auto-definivano “apostoli”. Ma di angelico Pietro Capuana – settantatré anni, capo della congregazione religiosa “Associazione Cattolica Cultura e Ambiente” di Aci Bonaccorsi – non aveva proprio nulla. L’uomo è stato arrestato questa mattina dagli uomini del Compartimento della Polizia Postale di Catania con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla violenza sessuale aggravata ai danni di minori

Siluro dei salviniani a Musumeci: ‘O noi o Alfano’

Dopo l'ok di Fratelli d'Italia la lega nazionale ribadisce di non accettare apparentamenti con i centristi 

Sono giorni decisivi per la convergenza del centrodestra siciliano sulla candidatura di Nello Musumeci alle Regionali del 5 novembre. L’ex presidente dell’Antimafia regionale incassato ieri a Roma il sostegno di Fratelli d’Italia e del suo leader Giorgia Meloni, che ha annunciato di voler fare campagna elettorale per quello che ritiene “il candidato giusto” per la coalizione

Mafia a Catania, colletti bianchi nella relazione DIA

L'Antimafia ricorda l'operazione "Halley" che nel 2016 evidenziò condotte illecite da parte di amministratori pubblici nel catanese LA RELAZIONELE MAPPE 

Cosa nostra ai piedi dell’Etna esiste ma vorrebbe mantenere un basso profilo. Una strategia resa necessaria dalla raffica di operazioni messe a segno nei mesi scorsi dalle Forze dell’Ordine nei confronti delle famiglie catanesi. E’ quanto riporta la Relazione della Direzione Investigativa Antimafia per il secondo semestre del 2016, nel capitolo dedicato alla mafia nella provincia di Catania.

Unict, Basile “rilancia” su ripetenti, edilizia e mobilità

Presentato il programma del Rettore per il sessennio in corso: provvedimenti su studenti e didattica, aule studio e mobilità

Il primo bilancio dell’esperienza alla guida dell’Unict – il nobile Siculorum Gymnasium fondato nel 1434 – arriva a cinque mesi dell’elezione. Francesco Basile – 61 anni, ordinario di Chirurgia, già Preside della Facoltà di Medicina dal 2008 al 2012 – è stato proclamato Magnifico Rettore nel febbraio scorso