Se la mafia torna ad intimidire

A distanza di pochi giorni due intimidazioni al presidente della Commissione regionale antimafia Fava e al Procuratore di Caltanissetta Bertone

Buste con proiettili e lettere minatorie.  L’odore del piombo che torna a farsi sentire in Sicilia. Piombo recapitato per posta, certo, non per pistola. Ma non per questo meno inquietante. E’ avvenuto il 5 ottobre al Presidente della Commissione regionale antimafia Claudio Fava, con una busta recapitata direttamente all’Assemblea Regionale Siciliana. E’ accaduto ieri, 11

“Ti piace vincere facile?”. Il doppio vantaggio di fare politica con le fake news

Basta aprire i social per essere sommersi da centinaia di articoli di dubbia attendibilità su immigrazione, vaccini, banche. Chi ci guadagna?

Se non fosse una cosa terribilmente seria, verrebbe da riassumerla con uno slogan: “Ti piace vincere facile?”. Parliamo delle cosiddette fake news – un tempo avremmo detto balle, bufale, minchiate – e del ruolo sempre più preponderante che esse stanno assumendo nella nostra società. Un ruolo che gli esperti non esitano a definire inquietante, come ha detto in questa intervista

ESCLUSIVO. L’allarme dell’esperto: “Così i social stanno cambiando (in peggio) le nostre vite”

Intervista ad Alessandro Ionni, socio di Ars Digitalia e programmatore, nonché studioso dei pericoli che si nascondono sul web

Chi l’ha detto che il Governo non rispetta le promesse elettorali? Sin dello scorso marzo un portale online – www.redditodicittadinanza2018.it – istruisce in modo semplice e chiaro i cittadini su come richiedere il sussidio al centro della campagna elettorale del Movimento Cinque Stelle. Con tanto di form da compilare e dettaglio delle cifre spettanti: 400 euro

Se il matrimonio vip di Fedez e Chiara Ferragni interessa più della nostra sicurezza

Oggi a Noto il rapper e la influencer diranno il loro sì. Ma quanto interessa questo matrimonio agli italiani rispetto a temi ben più seri?

Ci siamo. Tra qualche ora a Noto, nella cornice della Dimora delle Balze, magnifica tenuta del 1880, ci informa Vanity Fair,  Fedez e Chiara Ferragni diranno il loro sì. Il rapper e la influencer più famosi d’Italia si sposeranno con cerimonia di rito civile di fronte al sindaco del Comune aretuseo, Corrado Bonfanti, giustamente grato

“Ai tempi del Duce ti avrebbero fucilato”: l’olio di ricino 2.0 scorre sui social

Ad una riflessione schietta ed obiettiva sul fascismo abbiamo preferito vecchie logiche di riciclo politico e di "volemose bene". Questi sono i risultati

Chi scrive è un traditore del suo Paese, un radical chic del cavolo, una testa di cazzo che dovrebbe andare a lavorare. “Ai tempi del Duce” sarebbe stato fucilato, sempre lo scrivente, non prima di aver avuto tagliata la lingua per impedirgli di proferire altre offese alla Patria. Quali siano queste offese è presto detto.

L’infrastruttura strategica più carente in Italia? Purtroppo è il nostro senso civico

Siamo sicuri che gl’italiani non si siano svegliati il 14 agosto scoprendo per l’ennesima volta di vivere in un Paese deficitario in termini di infrastrutture?

Sentivo in una trasmissione televisiva di queste ore che in Italia ci sono circa 60.000 tra ponti, viadotti e cavalcavia. Mediamente ogni struttura ha due piloni, il che fa circa 100.000 “campate” da controllare, periodicamente e minuziosamente, per evitare disastri come quello di Genova. Un compito titanico che uno Stato in cortocircuito permanente come l’Italia

Se sparare a un migrante è solo un gioco

Il fuoco incrociato di propaganda può far impazzire un adulto. Figuriamoci un preadolescente dalla mente ancora duttile

Quando iniziò la guerra in Iraq, nel 2003, avevo undici anni. Sui giornali e in televisione non si parlava d’altro. Ed io guardavo la televisione. E metabolizzavo l’urgenza del conflitto, ed essendo un bambino la trasformavo in gioco. Immaginavo nella mia mente la cartina dell’Iraq, le nostre posizioni e quelle di Saddam, scandagliavo il paese

Fiumefreddo a tutto campo: “Cancelleri ha preso un colpo di sole. La Regione? E’ ancora ferma al palo”

9 agosto 2017 - 9 agosto 2018. Un anno dopo la (finta) liquidazione votata all'ARS l'ex Amministratore unico di Riscossione Sicilia torna a parlare 

9 agosto 2017 – 9 agosto 2018. Un anno dopo la (finta) liquidazione di Riscossione Sicilia l’ex amministratore unico Antonio Fiumefreddo torna a parlare. In un’intervista nella quale affronta, oltre alla questione della società di riscossione ferma al palo e tuttora senza governance, anche i sommovimenti della politica siciliana in un’estate troppo calda non solo per il termometro,

Il Vaffanculo nel tempio della Democrazia

Un Deputato della Repubblica Italiana che manda a fare in culo il Presidente della Camera. Una nuova vetta raggiunta a Montecitorio. Indovinate da chi?

Un Deputato della Repubblica Italiana che manda a fare in culo il Presidente della Camera. In chiusura d’intervento, col microfono ancora acceso, perché ben si senta l’improperio lanciato contro la terza carica dello Stato. Protagonista dell’episodio, avvenuto alcune ore fa a Montecitorio, l’onorevole Vittorio Sgarbi. Il quale, richiamato dal Presidente Roberto Fico per il linguaggio

Il razzismo carsico e il mito degli italiani brava gente

Non c'era bisogno di Salvini per sapere che in Italia esistono sotterranee pulsioni fasciste, frutto del riciclo di uomini del regime nel Dopoguerra

Tre donne africane, in possesso di regolare biglietto, impedite a salire su un pullman dall’autista. L’episodio è avvenuto nelle scorse ore a Catania, ed è subito rimbalzato sulla stampa locale e nazionale per il sospetto che dietro il comportamento del conducente vi fossero motivazioni razziste. Circostanza smentita dai vertici dell’azienda, la Etna trasporti, che tramite