Autorità Portuale Augusta, il ministro Delrio ha mentito?

Dopo la sentenza del TAR di Catania la domanda sorge spontanea: il decreto è mai esistito?

CATANIA – La notizia è di ieri: il TAR di Catania ha messo un punto sulla querelle per l’attribuzione della sede della super Autorità Portuale. Accogliendo il ricorso presentato dall’Associazione Assoporto Augusta, riassegna la sede proprio ad Augusta, ma soprattutto ristabilisce la verità.

Di atti ufficiali – ad eccezion fatta per la sentenza del Tar – questa vicenda, in realtà, ne ha visti ben pochi, andando avanti a suon di comunicati stampa.

“La scelta su Catania è stata compiuta in seguito alla richiesta della Regione Siciliana, cui è stata data risposta positiva, specificando che si tratta di sede transitoria per un periodo di non più di due anni”. Aveva scritto il Ministro in un comunicato stringato apparso sul sito ufficiale del MIT.

Peccato che al link che anche l’Ansa aveva riportato come collegamento diretto (http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/riforma-porti-pnpl-auto rita-di-sistema-portuale-catania/autorita-di-sistema) il comunicato stampa non ci sia più. Provare per credere.

Le uniche notizie ufficiali sul nuovo assetto del sistema portuale italiano le troviamo proprio sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e sono datate 21 gennaio 2016: la cittadina siracusana risulta in tutti i documenti e in tutte le immagini e le slide quale sede ufficiale dell’Autorità di Sistema Portuale.

Ad annunciare lo spostamento della sede dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale da Augusta a Catania era stato il sindaco di Catania Enzo Bianco: in un comunicato stampa si diceva soddisfatto della scelta del Ministro Graziano Del Rio, considerando la scelta “un ulteriore, importante riconoscimento” per la città di Catania ottenuto “grazie alla credibilità che in questi anni ha conquistato a livello nazionale e internazionale”.

Il sindaco di Augusta Cettina Di Pietro aveva storto il naso, dichiarando comunque che non vi erano notizie ufficiali. Appunto.

Crocetta se la prese con Delrio, accusandolo di aver fatto “un piano senza testa nè coda”. Delrio smontò l’accusa pubblicando la lettera in cui il governatore siciliano chiedeva espressamente di istituire Catania quale sede della super Autorità portuale.

A certificare l’inesistenza del decreto arriva ora la sentenza dei giudici Pancrazio Maria Savasta, Giuseppa Leggio e Francesco Mulieri: “non è stato dimostrato che l’avversato provvedimento (Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti prot. n. 28 del 25/01/2017 mai pubblicato in Gazzetta Ufficiale nè altrove, ndr) abbia iniziato a produrre i suoi effetti, atteso che non risulta che il decreto impugnato sia stato pubblicato o in qualsiasi modo reso conoscibile all’esterno“.

Adesso la domanda sorge spontanea: il decreto è mai esistito?

 

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *