Cancelleri a Musumeci: “Confronto pubblico su liste pulite”

L’aspirante governatore M5S sfida il candidato del centrodestra: “Parliamo di candidati e di programmi. Dimmi solo dove e quando, e io apparirò”. E all’Ambiente designa Trizzino

cancelleri

PALERMO – A due settimane dall’investitura di Federica Argentati, il M5s presenta il secondo assessore designato in vista delle elezioni regionali del 5 novembre. Il prescelto è Giampiero Trizzino, deputato regionale uscente e presidente della Commissione Ambiente. Se Giancarlo Cancelleri dovesse conquistare la poltrona di palazzo d’Orleans, la sua delega sarà proprio l’Ambiente

“Trizzino è una persona qualificata per il ruolo che gli ho chiesto di ricoprire . In questi anni è stato un punto di riferimento per i temi di natura ambientale. Sempre aperto al dialogo e al confronto”, ha detto Cancelleri durante la conferenza stampa di presentazione a Palazzo dei Normanni. Da parte sua l’assessore in pectore, ha anticipato che le prime azioni da mettere in campo da assessore regionale sono “una campagna contro gli incendi e i controlli ambientali”.

Dopo il post (abbinato a un hashtag #Musumecirispondi) pubblicato sul blog di Beppe Grillo, l’aspirante governatore pentastellato ha rilanciato la sfida di un confronto pubblico al candidato del centrodestra, Nello Musumeci, sulla questione delle liste pulite e sul programma.

“Mancano meno di due settimane alla presentazione delle liste. L’unico Movimento che ha selezionato i propri candidati attraverso la presentazione dei casellari giudiziari e dei carichi pendenti siamo noi, di tutti gli altri non abbiamo notizie. Io però vedo Musumeci che parla sempre delle sue liste pulite. Quali sono le sue liste pulite? Chi sono i suoi candidati. Musumeci io ti chiedo un confronto sulla qualità e la pulizia di quelle liste che tu tanto vai decantando in giro e sui programmi”, ha affermato Cancelleri.

“E confrontiamoci anche sui programmi – ha proseguito – visto che un programma fino ad oggi mi pare che tu non lo abbia. Non ho sentito neanche un’idea portata in giro per risolvere i problemi dei siciliani. Sono i cittadini che ci stanno chiedendo un confronto. Di te in questo momento conosciamo soltanto come avete governato negli ultimi 20 anni. Avete umiliato e spolpato questa regione. Con gli assessori di Lombardo, gli assessori diCuffaro, che oggi siedono al tuo fianco e che propongono il governo, il tuo governo. E allora io ti chiedo un confronto pubblico e te lo chiedono tutti i cittadini. Dimmi solo dove e quando, e io apparirò”.

Sulla questione delle “liste pulite”, il leader di #Diventeràbellissima ha preso pubblicamente l’impegno di liste senza indagati e condannati o i loro parenti, invitando i partiti della coalizione ad avere candidati “presentabili” perchè come ha spiegato è “meglio perdere 10 mila voti, ma non perdere la dignità”. 

Tra i casi più spinosi, e non ancora risolti, quelli relativi alle candidature in Forza Italia del consigliere comunale di Catania, Riccardo Pellegrino, di  Ida Cuffaro, nipote dell’ex governatore Totò, e di Luigi Genovese, figlio del parlamentare nazionale Francantonio.

Articoli correlati

1

  • Il movimento 5 stelle non ha nulla da rilevare, sotto il profilo amministrativo, sugli appalti di piazza euopa, a catania, assolutamente nullo, su quello della vecchia dogana, né per l’immobile di via messsina della vir immobiliare srl, dove si è realizzta persino una palestra in vincolo assoluto e fascia di rispetto stradale, e nulla da dire neanche sugli affitti del gruppo virlinzi ad enti pubblici?
    nessuna responsabilità amministrativa ed erariale?
    ho qualche dubbio.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *