Carabinieri, sfilza di arresti tra Catania e provincia

Sette persone sono finite in manette in distinte operazioni condotte dai militari dell’Arma nel capoluogo etneo, Ramacca, Mascalucia e Ramacca (FOTO)

CATANIA – Sette persone sono state arrestate dai Carabinieri in distinte operazioni condotte a Catania e nell’hinterland etneo. 

Un 35enne di Giardini Naxos,  Salvatore Catanzaro, è stato ammanettato ieri sera in flagranza, perché ritenuto responsabile di furto aggravato. L’uomo, dopo aver razziato merce dagli espositori del centro commerciale Auchan di Gelso Bianco, ha tentato la fuga ma è stato bloccato e ammanettato dall’equipaggio di una gazzella dei carabinieri della Stazione di Librino. La refurtiva, del valore di oltre 300 euro, è stata restituita al punto vendita mentre l’arrestato attenderà il rito per direttissima in camera di sicurezza.

Sempre a Catania, è stato arrestato il 53enne Carmelo Nista, già sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica etnea. L’uomo, condannato per estorsione aggravata in concorso, reato commesso ad Acicastello il 25 maggio del 2010, dovrà espiare una 1 anno, 11 mesi e 22 giorni di reclusione.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Bicocca.

Il 21enne Saro Andrea Discanno è stato arrestato in esecuzione di una misura di aggravamento della misura restrittiva emessa dal Tribunale di Catania. I giudici della quarta sezione penale accogliendo la richiesta formulata dai carabinieri di Piazza Dante, che in ordine di tempo hanno sanzionato l’ultima evasione dai domiciliari, commessa dal 21enne lo scorso 1° dicembre, hanno inteso inasprirne il regime detentivo ordinandone l’arresto e la reclusione nel carcere di Catania Piazza Lanza.

La quarta persona arrestata a Catania è il 36enne catanese Pasqualino Grasso, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dalla locale Procura della Repubblica. Già condannato da giudici per reati contro il patrimonio, commessi a Catania tra il 2013 ed io 2016 dovrà espiare una pena di un anno di reclusione. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

A Mascalucia è finito in manette il 61enne Rosario Cantone, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dalla Corte di Appello di Catania. L’uomo, già condannato dai giudici per estorsione aggravata in concorso, reato commesso a Mascalucia nel marzo del 2011, dovrà scontare 7 mesi e 3 giorni di reclusione. E’ stato rinchiuso nel carcere di Bicocca.

Il 50enne Farouk Khandokar, originario del Bangladesh, è stato arrestato a Ramacca, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Termini Imerese (Pa). L’uomo è stato condannato per violenza privata in concorso, reato commesso a Piana degli Albanesi (Pa) il 4 novembre 2011. L’extracomunitario, che dovrà scontare un mese di reclusione, è stato rinchiuso nel carcere di Caltagirone.

L’ultimo arresto a Camporotondo Etneo dove le manette sono scattate per un 32enne di San Pietro Clarenza, Emanuel Antonio Pappalardo, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dalla Corte di Appello di Catania. Già condannato dai giudici per una serie di furti, reati commessi a Berlino tra il marzo del 2009 ed il maggio del 2012, dovrà espiare una pena di un anno, 10 mesi e 10 giorno di reclusione. E’ stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Pasqualino Grasso Emanuel Antonio Pappalardo Salvatore Catanzaro Faruk Khandocar Andrea Discanto Carmelo Nista Rosario Cantone
<
>
Emanuel Antonio Pappalardo

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *