Carmelo Petralia, dalle stragi mafiose del ’92 al delitto Loris

Il profilo di uno dei due nuovi procuratori aggiunti di Catania

carmelo petralia

CATANIA –  Carmelo Petralia, catanese di 67 anni, una laurea in Giurisprudenza con il massimo dei voti, è in magistratura dal 1976.

La sua carriera comincia da giudice istruttore dal Tribunale di Lodi. Nel 1983, il neo procuratore aggiunto di Catania approda alla Pretura di Lentini. Due anni più tardi, la prima esperienza alla Procura della Repubblica di Catania, mentre nel 1993 entra a far parte della Procura Distrettuale Antimafia.

Nella sua lunga carriera, Petralia vanta una consolidata esperienza nella lotta alla mafia. In forza alla Procura di Caltanissetta ha condotto tra l’altro le prime indagini sulle stragi di Capaci e via D’Amelio e ha assestato duri colpi ai clan del territorio. Tra le principali inchieste, la prima operazione  “Squalo”, nel 1994, nei confronti del clan mafioso Carbonaro-Dominante. Nel 2008, sua la firma dell’inchiesta che portò in carcere 23 presunti affiliati al clan Santapaola-Ercolano per associazione mafiosa finalizzata alla commissione di omicidi, estorsioni, rapine, furti e riciclaggio di denaro.

Petralia ha anche puntato i fari sul mercato ortofrutticolo di Vittoria, il più grande del Sud Italia, portando a termine l’operazione “Right Price”. Una complessa indagine della Guardia di Finanza sfociata nella denuncia di 74 persone e nell’accertamento di 18 milioni di euro di evasione fiscale. Petralia ha inoltre svolto importanti indagini a Messina, Catania, Bologna, Torino e persino negli Stati Uniti.

Da procuratore capo di Ragusa, Carmelo Petralia coordina le indagini sulla morte del Loris Stival, il bambino di otto anni ucciso a Santa Croce Camerina il 29 novembre 2014.

L’anno successivo, figura tra i nove candidati a ricoprire l’incarico di procuratore capo di Catania lasciato vacante da Giovanni Salvi, nominato procuratore generale di Roma. Dopo 9 mesi di reggenza, l’8 giugno 2016, il plenum del Consiglio superiore della magistratura, a maggioranza, nomina Carmelo Zuccaro, che con 16 voti prevale proprio su Petralia fermatosi a 7 preferenze.

Dopo otto alla guida della Procura di Ragusa, Carmelo Petralia torna adesso da Procuratore Aggiunto nella sua Catania, nella Procura guidata da Zuccaro.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *