Caro Babbo Natale, i bimbi di Librino ti scrivono

Famiglia, pace e serenità. Sono i loro desideri più grandi

CATANIA – Desideri in fondo semplici, pochi giochi, tanto voglia di famiglia e di serenità: questo chiedono i  bambini di Librino a Babbo Natale.

Piccoli che le difficoltà della vita hanno fatto diventare già grandi. Perché la crisi ha toccato anche loro.

 

Una lettera telegrafica. Una richiesta anonima, che “urla” uno dei problemi che non è solo di questo quartiere. Perché in stato di emergenza abitativa, a Catania purtroppo sono in tanti.

E poi le famiglie divise, i papà in carcere.

“Caro Babbo Natale,
Voglio che esce mio papà.”

Scrive Sara, che per evitare equivoci scrive nome, cognome e indirizzo completo di interno e piano.

Desideri semplici, pochi giochi.

“Vorrei andare a sciare”.

C’è anche chi pensa agli altri, come Adele.

“Caro Babbo Natale,
Sono Adele, ho sei anni e vorrei cristall ball rosso e quello che vuoi tu ma pensa prima pensa ai bimbi poveri“.

Ad entrare nelle case anche la violenza del terrorismo.

“Caro Babbo Natale,
sono Cristian e ho 9 anni e vorrei che ci sarebbe la pace del mondo e le guerre finirebbero”.

O come Chiara che scrive:

“Caro Babbo Natale,
vorrei un mondo tutto con la pace e un grande girotondo”.

Sono solo alcune delle centinaia di letterine scritte dai bambini del quartiere e raccolte dai volontari della Misericordia nel corso di “Natale a Librino”, la manifestazione organizzata in questi giorni di preparazione al Natale.

Gli elfi volontari hanno accolto i bambini nella Casa del Volontariato, la sede che la Parrocchia Resurrezione del Signore dedica alle associazioni in collaborazione con il CSVE.

Le hanno consegnate direttamente a Babbo Natale, che li ha attesi seduti nella sua poltrona davanti al camino. Rileggerle, sfogliarle, tocca il cuore. E ci riporta, almeno per un momento, alle cose essenziali.

Famiglia, pace e serenità. Lo dicono i bambini. Sono i loro desideri più grandi. Non solo a Natale.
E per realizzarli Babbo Natale ha bisogno di noi.

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *