Catania, confisca da 1,5 milioni a imprenditore vicino ai clan

Nel mirino della Direzione Investigativa Antimafia il patrimonio di Vincenzo Salvatore Rapisarda, coinvolto nelle operazioni “En Plein” e “Viceré”

CATANIA – E’ in corso da parte di personale della Direzione Investigativa Antimafia di Catania l’esecuzione di un decreto di confisca, emesso dal Tribunale di Catania – Sezione Misure di Prevenzione, nei confronti dell’imprenditore Vincenzo Salvatore Rapisarda, già arrestato nel 2015, nell’ambito dell’operazione della Procura Distrettuale AntimafiaEn Plein”, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Catania nei confronti di 16 soggetti ritenuti affiliati al clan “Morabito-Rapisarda” di Paternò.

Successivamente, nel gennaio del 2016, Rapisarda veniva raggiunto da una nuova ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Catania nell’ambito dell’operazione dei Carabinieri denominata Vicerè per associazione di stampo mafioso e rilevazione di segreti d’ufficio nei confronti di 108 appartenenti al clan mafioso dei Laudani.

Il provvedimento di confisca interessa una società e quote di partecipazione di aziende operanti nel settore dell’autotrasporto e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo di circa 1.500.000 euro.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *