Catania, si rifiuta di dare soldi a un nigeriano: mamma con neonata aggredita in pieno centro

Kelvin Egubor, di 19anni, è stato arrestato dalla Polizia per tentata estorsione. La donna si trovava in Viale Vittorio Veneto con il figlio di appena cinque mesi nel passeggino 

CATANIA – Un cittadino nigeriano senza fissa dimora, Kelvin Egubor, di 19anni, è stato arrestato a Catania dalla Polizia per tentata estorsione. La cattura è avvenuta ieri pomeriggio a opera dei poliziotti di una volante che transitando in viale Vittorio Veneto hanno sentito le urla di una donna con il passeggino, nel quale si trovava la figlia di soli 5 mesi.

Agli agenti la giovane mamma ha raccontato di essere stata vittima di un’aggressione da parte di un extracomunitario, vestito con jeans, maglione blu e berretto blu, che si stava allontanando a passo svelto in viale Libertà.

L’aggressore è stato subito individuato e bloccato dai poliziotti, i quali hanno accertato che il giovane nigeriano si era avvicinato alla donna chiedendo insistentemente soldi. Ma al fermo rifiuto della signora era andato in escandescenza, pronunciando frasi ingiuriose e scagliando una grossa pietra contro la donna e il passeggino.
 Fatti confermati anche dalle testimonianze di alcuni passanti che avevano cercato di intervenire in aiuto della donna

Dopo gli accertamenti di rito e la presentazione della denuncia da parte della donna, il giovane extracomunitario – che ha alle spalle precedenti per tentato omicidio doloso, lesioni personali, violenza e minaccia a pubblico ufficiale – è stato arrestato e su disposizione del PM di turno tradotto nel carcere di Piazza Lanza in attesa del processo per direttissima.

1

  • Domanda:con i precedenti a delinquere come mai questo giovane si trova a piede libero e non espulso dal territorio italiano!? Ci sono chiaramente delle responsabilità da parte delle istituzioni preposte al controllo e verifica che il predetto giovane lasciasse concretamente il suolo italiano ma come al solito c’è lo scarica barile…

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *