Regionali, stop Primarie. Musumeci: “Fatte saltare perché io avanti”

Le parole del leader di #DiventeràBellissima dopo il "gran rifiuto" di Micciché e Romano ai gazebo

Primarie

Le Primarie saltano. E il centrodestra siciliano si ritrova, non a sorpresa, sull’orlo di una spaccatura. Da una parte Forza Italia e Pid-Cantiere popolare che ufficializzano la decisione di non presentare candidati per la consultazione del 23 aprile, dall’altra il ‘cartello’ composto da #Diventeràbellissima, Noi con Salvini e Movimento nazionale siciliano

Amministrative Paternò, La Russa rinuncia a Fratelli d’Italia

L'ex ministro avrebbe deciso di appoggiare Nino Naso con una lista civica

La Russa

PATERNO’ – Arriva un primo colpo di scena nella campagna elettorale che deciderà da qui a qualche settimana il nuovo inquilino di Palazzo Alessi. E tira in ballo un big della politica nazionale, uno che a Paternò ci è nato ed è in grado di spostare consensi. L’ex ministro della Difesa Ignazio La Russa avrebbe

Fiumefreddo rinuncia a tutela: “Sono un uomo libero e come gli altri”

"Quanto avevo da dire, da fare e da scrivere è già a disposizione delle Autorità competenti"

antonio fiumefreddo

L’amministratore unico di Riscossione Sicilia Antonio Fiumefreddo scrive al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Ministro dell’Interno Marco Minniti, al Prefetto di Catania Silvana Riccio, al Presidente della Regione Rosario Crocetta e al Procuratore di Catania Carmelo Zuccaro

Messina, duro colpo al clan Mangialupi: 21 arresti

L'operazione della Gdf: sequestrati beni per 10 milioni di euro (VIDEO)

mangialupi

Nella rete degli inquirenti figure note e meno note, protagonisti da anni della storia che lega la mafia con il territorio messinese. Le indagini hanno permesso di “leggere” e di avere una visione completa di tutte le operazioni commerciali, finanziarie ed imprenditoriali che hanno visto, negli ultimi trent’anni, al centro la figura di Domenico La Valle

Estorsioni e colletti bianchi, l’avvocato “lontano dall’immagine del professionista”

"Quando uno è sempre gentile, disponibile ed educato [...] gli altri poi se ne vogliono approfittare"

Tutti i motivi per cui il Tribunale del Riesame ha considerato attuali e necessari gli arresti domiciliari eseguiti dalla Guardia di Finanza. Una vicenda giudiziaria che proseguirà con il processo ordinario dopo il rigetto, in fase preliminare, della richiesta di patteggiamento

Mafia, quanto è pericoloso scrivere: “Non siamo tutti sbirri”

Le sassaiole non hanno mai fermato i manganelli e l'antimafia non si fa contro gli "sbirri"

Quando “sbirritudine” viene usato come un’etichetta infamante, allora è un dovere civile e morale schierarsi accanto agli “sbirri”

Oda, lavoratori senza stipendio? Landi: “Una bufala”

Non si ferma lo scontro sull'ODA di Catania. A scendere ora in trincea è l'USB che difende l'operato del CDA "azzerato"

“Ritorna lo spettro del passato, mancano gli stipendi ai lavoratori. Il commissario blocca l’attività ordinaria dell’Ente”, scrive l’USB. Ribatte l’avvocato Landi

Massoneria, Bisi alla Bindi: “Attenti a perseguire la Libera Muratoria”

Ripercorre tappe storiche: "Gli elenchi? Li chiesero Inquisizione e Fascismo"

stefano bisi massoneria

PALERMO – Tende, colonne, candele, cielo stellato. Il tempio di piazzetta Speciale a Palermo, rispetto a quello di Pedara che Tribù vi aveva mostrato in esclusiva, di diverso ha solo le dimensioni. È lì che il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Stefano Bisi ha incontrato ieri i giornalisti. “Siamo talmente segreti e riservati che

Gay cattolici, la Chiesa di Papa Francesco già realtà a San Berillo

Secondo appuntamento della rubrica  "La foresta che cresce"

gay cattolici

Ci si riunisce in un ex garage trasformato in cappella, nei meandri del quartiere di San Berillo. Qui dove sacro e profano si incontrano, si mescolano e si sposano. Le porte dei trans che si prostituiscono si chiudono per la preghiera e un gruppo di gay cattolici trova casa

Inchiesta Brotherhood, ancora colletti bianchi in manette

L'avvocato catanese Antonio Drago è finito ai domiciliari per il reato di estorsione insieme ad un'altra persona

Inchiesta BROTHERHOOD

CATANIA – Ancora colletti bianchi in manette nell’ambito dell’inchiesta Brotherhood, l’operazione della Guardia di Finanza che alcuni mesi fa aveva evidenziato i legami tra Cosa Nostra catanese ed esponenti della massoneria. A finire ai domiciliari, su richiesta della Quinta Sezione Penale del Tribunale di Catania, sono stati l’avvocato Antonio Drago e l’affiliato Antonino Finocchiaro. Il reato configurato