L’ultimo saluto a Gabriella Serra

Elegante, sempre sorridente, cordiale col prossimo. Una gioia di vivere che non aveva età

Una gentilezza d’altri tempi, sempre sorridente e soprattutto sempre positiva, cordiale con tutti, ogni qualvolta ci incontravamo davanti alla portineria del condominio di studio ci sceglievamo entrambi come fidanzati. Per tutti, nel quartiere, era la zia Gabriella, piena di carezze verso chiunque, e vero vanto di noi tutti ogni qualvolta la vedevamo arrivare o ripartire

Lo spirito di un giornalista

Ricordiamo il giornalista Pippo Fava, vittima della mafia che aveva denunciato, ripubblicando le parole di rabbia e d'amore rivolte alla sua professione

Nel giorno del trentatreesimo anniversario dell’uccisione del giornalista Pippo Fava (Palazzolo Acreide 1925 – Catania 1984), la redazione di Tribù sceglie di commemorare il martire di questa professione – falciato dalla mafia catanese che aveva contribuito a svelare e denunciare, con più sottigliezza di altri – ripubblicando l’editoriale con cui Fava, nel rispondere ad alcuni lettori, tracciò le linee guida della propria direzione al Giornale del Sud.