CGIL su Fontanarossa: “Come si può dire che va tutto bene?”

Il paradosso: nuove assunzioni necessarie mentre 300 lavoratori vanno a casa

CATANIA – L’occasione è lo sciopero generale indetto da Alitalia. Una vertenza, quella compagnia di bandiera dall’esito non scontato: “Quello che hanno presentato – ci spiega Alessandro Grasso, segretario della Filt Cgil – non è un piano industriale è un piano finanziario”. Al centro ancora una volta i dipendenti e a rischio migliaia di posti di lavoro. “Anche a

Sì del Ministero alla rete ospedaliera. Gucciardi: “I direttori la mettano tempestivamente in atto”

È stata approvata oggi a Roma nel corso dell'ultima riunione del tavolo interministeriale

A restare è il nodo assunzioni. Sulla difficoltà di attuazione i sindacati nei giorni scorsi si erano detti perplessi: a mancare sarebbe la copertura finanziaria. “Tocca alle singole aziende bandi i concorsi, non all’assessorato”, spiega Gucciardi.

Precari eterni, il caso siciliano arriva a Bruxelles

Il problema dei precari viene ripreso solo per spot elettorali?

La vicenda è arrivata direttamente a Bruxelles dando voce a quattro dipendenti della Protezione Civile rinnovati, senza soluzione di continuità ben 19 volte in 16 anni. Ma è anche la storia di quasi 20mila lavoratori siciliani che con l’ultimo ddl regionale hanno ricevuto l’ennesimo “contentino”

Mancato avvio al lavoro: stagionali occupano il tetto del Consorzio di Bonifica

A Catania la protesta di una cinquantina di precari

lavoro

Nonostante la procedura di avviamento al lavoro sia formalmente predisposta, i lavoratori attendono infatti ancora la firma del commissario Margiotta e ritengono che “gli stessi uffici del Consorzio stiano di fatto rallentando l’iter”

Pubbliservizi, vertenza aperta ma si aprono spiragli

In prefettura il vertice richiesto dai sindacati

pubbliservizi

Francesco Coco (Ugl): “La Città metropolitana si è impegnata a nominare la prossima settimana il nuovo amministratore unico. Concessa una proroga di due mesi del contratto di lavoro in scadenza il prossimo 31 marzo. Nel frattempo, sarà avviato il percorso di liquidazione della società esistente e istituirne una nuova con la ragione sociale di Azienda speciale”

Dramma lavoro, ecco come (non) funziona il Jobs Act

Cosa cambia con la nuova legge sul lavoro e quali sono i suoi effetti su chi il proprio impiego lo ha perso (o deve ancora trovarlo)?

In questo tratto di via Giannotta c’è nebbia. Fumo, anzi, fumo di sigaretta e di sigaro, di cervelli che stanno fondendo a furia di inventarsi le giornate. Il disoccupato dapprima è creativo nel reinventarsi tra mille lavoretti, poi è annoiato nel sognare un lavoro stabile, infine è depresso quando si rende conto che questo lavoro non c’è