Tecnis, si apre uno spiraglio: in arrivo il pagamento del Comune di Roma

Sit-in di oltre 200 lavoratori davanti al Mise. Sindacati: "Passo avanti importante, nuovo vertice nei prossimi giorni"

tecnis

ROMA – Si apre qualche spiraglio nella difficile vicenda Tecnis, la società catanese che ha 500 dipendenti e rischia di chiudere i battenti nonostante vanti crediti per 40 milioni di euro da varie amministrazioni pubbliche.  Nella giornata dello sciopero e del presidio dei lavoratori al ministero dello Sviluppo, il ministro Calenda ha ricevuto una delegazione di FenealUil,

Il paradosso Tecnis: “Crediti per 40 milioni ma rischia la chiusura”

L'allarme dei sindacati. Venerdì a Roma sit-in dei lavoratori davanti al Mise

tecnis

CATANIA – I sindacati rilanciano l’allarme: la Tecnis rischia di chiudere i battenti per mancanza di liquidità. Il colosso catanese delle costruzioni, che ha 500 dipendenti, vanta crediti per 40 milioni di euro da varie amministrazioni pubbliche, tra le quali il Comune di Roma, l’Anas, l’Autorità portuale di Genova e RFI/Comune di Palermo.  Una vicenda delicata ma

L’Amt non paga le fatture, scatta preavviso licenziamento per 55 pulizieri

Sono i dipendenti di Punto pulizia e Papalini, da 3 mesi senza stipendio

CATANIA  – Si é concluso con un mancato accordo, il preavviso di licenziamento collettivo dei 55 dipendenti impiegati nel servizio di pulizia veicoli e dei parcheggi Amt di Catania svolto dalle due societa’ in partecipazione, Punto pulizia e Papalini, che da circa 3 mesi non percepiscono gli stipendi. La procedura è stata motivata con la

Anfe, Regione revoca accredito: 660 posti a rischio

Il commissario Garraffa: "Aspettiamo le motivazioni della revoca per decidere il da farsi"

anfe

PALERMO – Un Ente di formazione che conta oltre seicento posti di lavoro, personale da mesi senza stipendio e il cui futuro non è affatto garantito. Sopratutto adesso che la Regione Siciliana ha revocato l’accreditamento, per ragioni che i dirigenti chiedono di conoscere. E’ il caso dell’Anfe (Associazione Nazionale Famiglie degli Emigrati), finita nei mesi

CGIL su Fontanarossa: “Come si può dire che va tutto bene?”

Il paradosso: nuove assunzioni necessarie mentre 300 lavoratori vanno a casa

CATANIA – L’occasione è lo sciopero generale indetto da Alitalia. Una vertenza, quella compagnia di bandiera dall’esito non scontato: “Quello che hanno presentato – ci spiega Alessandro Grasso, segretario della Filt Cgil – non è un piano industriale è un piano finanziario”. Al centro ancora una volta i dipendenti e a rischio migliaia di posti di lavoro. “Anche a

Sì del Ministero alla rete ospedaliera. Gucciardi: “I direttori la mettano tempestivamente in atto”

È stata approvata oggi a Roma nel corso dell'ultima riunione del tavolo interministeriale

A restare è il nodo assunzioni. Sulla difficoltà di attuazione i sindacati nei giorni scorsi si erano detti perplessi: a mancare sarebbe la copertura finanziaria. “Tocca alle singole aziende bandi i concorsi, non all’assessorato”, spiega Gucciardi.

Precari eterni, il caso siciliano arriva a Bruxelles

Il problema dei precari viene ripreso solo per spot elettorali?

La vicenda è arrivata direttamente a Bruxelles dando voce a quattro dipendenti della Protezione Civile rinnovati, senza soluzione di continuità ben 19 volte in 16 anni. Ma è anche la storia di quasi 20mila lavoratori siciliani che con l’ultimo ddl regionale hanno ricevuto l’ennesimo “contentino”

Mancato avvio al lavoro: stagionali occupano il tetto del Consorzio di Bonifica

A Catania la protesta di una cinquantina di precari

lavoro

Nonostante la procedura di avviamento al lavoro sia formalmente predisposta, i lavoratori attendono infatti ancora la firma del commissario Margiotta e ritengono che “gli stessi uffici del Consorzio stiano di fatto rallentando l’iter”