ARS, Miccichè eletto presidente al terzo tentativo Quattro voti più del previsto per lui dopo la bagarre

Il commissario siciliano di Forza Italia con 39 preferenze ha superato il quorum di 35 voti previsto nel terzo scrutino segreto ed è stato eletto, 11 anni dopo la prima esperienza, presidente dell'Assemblea regionale siciliana

PALERMO – Dopo le due fumate nere di ieri, Gianfranco Miccichè centra l’obiettivo. Il commissario siciliano di Forza Italia con 39 preferenze ha superato il quorum di 35 voti previsto nel terzo scrutino segreto ed è stato eletto, 11 anni dopo la prima esperienza, presidente dell’Assemblea regionale siciliana. I votanti sono stati 69. Su Margherita La

Bianco e gli altri. Sfida aperta per Palazzo degli Elefanti

All’ombra delle Regionali appena passate e delle Politiche incombenti, la sfida per la successione a Enzo Bianco è già cominciata. E potrebbe riservare sorprese

CATANIA. Mentre si smaltisce l’ubriacatura delle Regionali e già si prepara una nuova bevuta per le Politiche, qualche bottiglia viene messa da parte anche per le Amministrative catanesi di giugno 2018. All’ombra degli altri appuntamenti, anzi, la sfida per la successione a Enzo Bianco è già aperta. E la battaglia promette scintille. Il primo candidato

La mano della Stidda sul mercato di Vittoria

Tutti i dettagli dell'operazione delle Fiamme Gialle che ha scoperchiato un giro di illeciti intorno al settore ortofrutticolo nel ragusano

VITTORIA (RAGUSA) – Una mafia imprenditrice che imponeva i propri servizi al mercato ortofrutticolo di Vittoria creando un vero e proprio “cartello”. E’ quanto emerge dall’operazione “Ghost trash” messa a segno nelle scorse ore dai finanzieri del Comando provinciale di Catania, coordinati dalla Procura della Repubblica etnea, che ha portato all’arresto di otto perone accusate a vario

Da Bersani a Cuffaro, chi chiede la scarcerazione di Dell’Utri

A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma non si placa il dibattito sulla necessità di un trattamento umano per i detenuti anziani e malati

scarcerazione

ROMA – A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma, che giovedì ha respinto la richesta di sospensione della pena per motivi di salute per l’ex senatore Marcello Dell’Utri – 76 anni, in carcere per concorso in associazione mafiosa – non si placa il dibattito sulla possibilità di scarcerazione per i detenuti anziani e malati. Ad intervenire sulla vicenda,

Il padre, le stragi, la latitanza: la figlia di Riina a Le Iene

Giulio Golia intervista Maria Concetta Riina, figlia del Capo dei Capi di Cosa nostra scomparso lo scorso 17 novembre all'età di ottantasette anni 

Le Iene

PALERMO – Andrà in onda domani sera, durante la trasmissione Le Iene, un’intervista a Maria Concetta Riina, figlia del Capo dei Capi di Cosa nostra scomparso lo scorso 17 novembre all’età di ottantasette anni. Ad annunciare il servizio, pubblicandone un’anticipazione, è stata la stessa trasmissione di Italia 1. “Giulio Golia ha incontrato la figlia di Totò

Orrore a Caltagirone: trovato il cadavere di uomo decapitato e senza braccia

La macabra scoperta è stata fatta  da un passante nella pineta comunale. La vittima dall'apparente età di circa 50 anni non è stata ancora identificata

CALTAGIRONE (CATANIA) – Il cadavere di un uomo, forse un romeno, dall’apparente età di circa 50 anni, senza la testa e le braccia è stato trovato da carabinieri in una pineta comunale alla periferia di Caltagirone, nel catanese. Una prima ipotesi formulata dagli investigatori, allartati da un passante che si trovava casualmente in quella zona,

Paradossale Sicilia, dove i Di Matteo sono costretti a fuggire e gli Sgarbi vengono premiati

Grazie al suo "personaggio" il critico ha ottenuto la poltrona di Assessore. Mentre il PM, per aver fatto il suo dovere, dalla Sicilia ha dovuto andar via

DI MATTEO

PALERMO – Era fatale che la prima bufera politica del Governo Musumeci fosse scatenata dall’Assessore ai Beni Culturali. Quel Vittorio Sgarbi che, all’atto della nomina, il Presidente della Regione aveva definito “sregolato come tutte le persone geniali”. Quella sregolatezza, però, a pochi giorni dall’insediamento del nuovo governo ha portato alla prima richiesta di dimissioni da parte

Palermo, operazione Talea: scacco ai mandamenti di San Lorenzo e Resuttana

Oltre 200 Carabinieri di Palermo stanno eseguendo un provvedimento restrittivo emesso dal GIP

PALERMO – Dopo i recenti blitz allo Z.E.N., a Borgo Vecchio e a Santa Maria di Gesù, oltre 200 Carabinieri di Palermo, supportati da: 2 elicotteri del 9° Elinucleo di Boccadifalco, da 5 unità cinofile del Nucleo di Palermo Villagrazia, da militari del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia e dello Squadrone Carabinieri Eliportato “Cacciatori Sicilia”, su

Sondaggio SWG, Bianco batte tutti. 6 catanesi su 10 non seguono la politica

Secondo la rilevazione dell'istituto demoscopico oltre la metà dei catanesi non sarebbe informata sui fatti della propria città

SWG

CATANIA – Sei catanesi su dieci non sono informati sui fatti della propria città. E rispondono “poco” o “molto poco” alla domanda: “Lei in che misura direbbe di essere informato sui fatti, anche politici, che riguardano il Comune di Catania?”. C’è anche questo nel sondaggio della SWG diffuso nelle scorse ore dall’Amministrazione catanese, nel quale

Renzi in Sicilia dopo la batosta: “Indietro sulle infrastrutture ma il futuro è straordinario”

Il segretario dem è tornato per la prima volta sull'isola dopo la debacle del Partito Democratico e del centrosinistra alle elezioni regionali 

RENZI

CATANIA – Si è concluso oggi pomeriggio con la tappa a Scordia, nel catanese, la due giorni siciliana del segretario del PD Matteo Renzi. L’ex premier era sbarcato ieri a Messina per la conclusione ideale del tour del treno PD. Renzi ha toccato tutte le province siciliane, tornando per la prima volta sull’isola dopo la debacle