“Dirty oil”, preso a Lampedusa il maltese Debono

Secondo gli investigatori sarebbe uno degli organizzatori dell’associazione a delinquere internazionale che riciclava sul mercato italiano ed europeo il gasolio libico illecitamente asportato dalla raffineria di Zawyia 

Gasolio

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) – I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, in collaborazione con i colleghi della Brigata di Lampedusa e di quelli della Sezione Navale di Catania, hanno arrestato sull’isola pelagia, Darren Debono, di 43, il cittadino maltese destinatario di una misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Catania, nell’ambito dell’operazione

Marmista ucciso nell’agrigentino: assassino incastrato dall’impronta di una scarpa

Svolta nelle indagini dell'omicidio di Giuseppe Miceli, il 67enne massacrato due anni fa nel suo laboratorio a Cattolica Eraclea. In manette Gaetano Sciortino, operaio 53enne

CATTOLICA ERACLEA (AGRIGENTO) – Fatta luce sull’omicidio di Giuseppe Miceli, il marmista di 67 anni massacrato il 6 dicembre 2015, nel suo laboratorio a Cattolica Eraclea (Ag), con vari oggetti contundenti. I Carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa nei confronti di un operaio 53 enne di

“Adescava ragazzini in chiesa e su Facebook”, novizio condannato a Palermo

Al 47enne Giusto Fabrizio Palazzotto, religioso dell'ordine dei Cusmaniani, sono stati inflitti tre anni e mezzo di reclusione 

PALERMO – Utilizzava alcuni profili di Facebook per adescare ragazzini. Con l’accusa di violenza sessuale tentata e consumata, il GUP di Palermo, Fabrizio La Cascia ha condannato alla pena di tre anni e mezzo di reclusione un novizio dell’ordine dei Cusmaniani, il 47enne Giusto Fabrizio Palazzotto. Il Pm Chiara Capoluongo aveva chiesto una condanna a

Messina, insulti e botte agli alunni: prof sospesa

Le vittime accertate dai carabinieri sono sei, tutti studenti di età compresa tra gli 11 ed i 13 anni di una scuola media cittadina

MESSINA – Percosse, ingiurie, umiliazioni e vessazioni psicologiche nei confronti dei suoi alunni. Con la pesante accusa di maltrattamenti aggravati una professoressa 56enne di una scuola media di Messina è stata sospesa dall’attività. La misura cautelare è stata notificata dai Carabinieri di Giampilieri, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Messina, su

Crocetta sta con il Movimento Cinque Stelle: “Valutiamo intervento Osce sulle Regionali”

Il Presidente della Regione scrive al Ministro Minniti per chiedere il controllo sul voto del 5 novembre. E rivela di stare vagliando la proposta lanciata da Di Maio e Cancelleri sul coinvolgimento dell'Organizzazione internazionale

PALERMO – “Caro Ministro, io non so se L’Osce sia o no competente al monitoraggio delle elezioni regionali siciliane, ma certamente dopo la presentazione delle liste in Sicilia e i gravi fatti che hanno riguardato l’arresto di alcuni candidati, l’opinione pubblica siciliana si domanda se oggettivamente sia possibile fare qualcosa per impedire che le prossime

Sicilia, l’emergenza lavoro dai cervelli all’estero ai neet

La sfida per l'occupazione in tutte le sue declinazioni dovrà essere la priorità per chiunque tra meno di un mese andrà a Palazzo D'Orleans

Cervelli

Le cose, in fondo, le sapremmo anche fare. E bene. Soltanto che, per qualche curioso motivo – nemmeno troppo curioso, in realtà – spesso i nostri talenti tendono ad esprimersi lontano dalla terra natia. Torna d’attualità la fuga dei cervelli dall’Italia e dalla Sicilia, fotografata nel rapporto “Italiani nel mondo 2017” della Fondazione Migrantes, l’organismo della

Interdittiva antimafia ad azienda vicina ai clan, il sindaco di Troina: “Terreni restituiti alla legalità”

Fabio Venezia commenta l'interdittiva antimafia a carico della Conti Taguali srl, un'azienda zootecnica che detiene oltre 1300 ettari di terreni sui Nebrodi

TROINA (ENNA) – “Abbiamo fatto il nostro dovere con serietà, sobrietà e con molti sacrifici. Finalmente si inizia a respirare quel fresco profumo di legalità anche sui Nebrodi, come diceva Paolo Borsellino. Ma c’è ancora tanto da fare”. Il sindaco di Troina Fabio Venezia commenta così, ai microfoni di Tribù, la notizia dell’interdittiva antimafia a carico della Conti Taguali srl, un’azienda

Medico pestato al Vittorio Emanuele, arrivano le prime condanne. Risarcita la vittima

Il Giudice dell'Udienza Preliminare ha condannato gli imputati che hanno scelto il rito abbreviato nel processo sull'aggressione di Capodanno

Vittorio Emanuele

CATANIA – Arriva la prima sentenza nel processo sull’aggressione al dottor Rosario Puleo, avvenuta nel gennaio di quest’anno all’Ospedale “Vittorio Emanuele” di Catania. Il Giudice dell’Udienza Preliminare ha condannato gli imputati che hanno scelto il rito abbreviato: 2 anni e 10 mesi a Salvatore Di Maggio (42 anni, pregiudicato); 2 anni, 6 mesi e 20

Caporalato, blitz nelle campagne agrigentine: due ‘intermediari’ in manette

Serie di controlli dei Carabinieri in diverse aziende agricole di Ribera. Denunciati 5 lavoratori in nero privi del permesso di soggiorno

RIBERA (AGRIGENTO) – E’ di due arresti il bilancio del blitz anti-caporalato dei carabinieri nelle campagne di Ribera, nell’Agrigentino. I controlli del militari del Comando provinciale di Agrigento hanno riguardato soprattutto aziende agricole impegnate in questa stagione soprattutto nella raccolta delle olive e delle arance. In un fondo coltivato ad ulivi sono stati trovati 5 giovani

L’allarme di Di Maio e Cancelleri: “Rischio voto di scambio è altissimo, Osce vigili sulle elezioni”

Il leader e il candidato governatore M5s in conferenza stampa su liste pulite e "impresentabili" chiedono l'invio di osservatori dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa

PALERMO – Il M5s lancia un appello all’OSCE, l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, affinché vigili sulle elezioni regionali siciliane del 5 novembre. “Chiediamo all’Osce l’invio degli osservatori internazionali in Sicilia per monitorare il corretto svolgimento delle elezioni, siamo molto preoccupati per il rischio voto di scambio”. Così il leader del M5s