Città Metropolitana, parla Filippo Drago: “Basta uomini soli al comando”

Il sindaco di Aci Castello Filippo Drago boccia la gestione del nuovo Ente

 

CATANIA – “La Città Metropolitana è paralizzata”. Non ha dubbi il sindaco di Aci Castello Filippo Drago nel bocciare la gestione del nuovo ente provinciale. “Abbiamo fatto soltanto una riunione con il responsabile Anticorruzione, dopo, il vuoto. Hanno persino rinviato le elezioni di secondo grado. Dunque, qualora il pasticcio della Regione Siciliana non venisse eliminato, prometto un nuovo ricorso al Tar per bloccare una Città Metropolitana che, così, non può funzionare”.

La sfiducia del primo cittadino castellese non è tanto rivolta alla capacità di organizzare servizi su vasta scala, quanto alla buona amministrazione dell’ex provincia. Nello specifico, a non essere ben voluto è l’automatismo con cui il sindaco del Comune di Catania Enzo Bianco è diventato anche sindaco dell’intera area metropolitana. “Le nomine non vengono più tollerate. I siciliani lo hanno già espresso con fermezza tramite il risultato referendario, basta uomini soli al comando”.

Due le “profonde lacune” riscontrate da Drago in questo modus operandi. “La prima è la rappresentanza di genere, presente in tutte le leggi emanate dalla Regione ma in questo caso non specificata. La seconda, invece, è la capacità di rappresentanza. La gravità è che un solo consigliere comunale di Catania avrebbe un peso maggiore rispetto a tutti i consiglieri di Aci Castello, compreso il sindaco”.

Il rischio, naturalmente, è che i “45 consiglieri catanesi farebbero da ‘padri padroni’ in queste elezioni – continua Drago – A condizione che qualche politico di turno li metta d’accordo. Combatteremo affinchè si facciano elezioni dirette”.

E sul suo passaggio a Noi con Salvini, il sindaco spiega: “La prospettiva è di creare un partito federato in Italia. Se questo accade, mi tufferò per lavorare insieme a loro”.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *