Crocetta rilancia: “Sono in campo e apro un nuovo movimento sicilianista e democratico”

“In campo anche alle Comunali”. Ancora top secret nome e logo

PALERMO – Una lunga corsa verso palazzo d’Orleans, con tappa intermedia le Amministrative di primavera a Palermo. Sono gli obiettivi del nuovo movimento che Rosario Crocetta si prepara a battezzare in un kermesse in programma il prossimo 17 febbraio nel capoluogo siciliano.

“Sono in campo e rilancio: apro un nuovo movimento, sarà a forte spinta sicilianista e democratica, ho già presentato il logo. Allargheremo il campo del Megafono e presenteremo liste sia alle regionali sia alle comunali”, annuncia il governatore ribadendo l’intenzione a candidarsi alla presidenza della Regione, per nulla intimorito dalla più che probabile discesa a ‘sinistra’ di Davide Faraone. Il sottosegretario sta lavorando alla nuova edizione della Leopolda sicula e ha già coinvolto un centinaio di ‘professionisti’ per la stesura del programma di governo.

Il team di Crocetta non è rimasto a guardare: i contratti d’affitto delle sedi in giro per la Sicilia sono stati siglati. Il governatore assieme ai suoi fedelissimi ha già preso in affitto, “una sede in centro a Palermo, non è certo un negozio con le vetrine”.

L’obiettivo di Crocetta e di allargare il campo d’azione, magari andando oltre, del “Megafono”, il movimento da lui fondato che lo ha portato sulla poltrona più alta della Regione. La nuova formazione sarà “un movimento di aggregazione, che raggruppa in federazione tanti altri movimenti e circoli con una forte connotazione sicilianista”, spiega Crocetta delineandone anche le caratteristiche. Sarà “l’unico in Sicilia strutturato senza una gestione accentrata, ogni movimento e circolo ha la sua autonomia nei territori all’interno di un ‘patto’ di condivisione che si basa sulla sottoscrizione di una nota d’intenti e su valori specifici: difesa dei deboli, coesione sociale, legalità, impegno a tutela della Costituzione e dello Statuto speciale“.

Il nuovo movimento, spiega ancora Crocetta, avrà “una radice democratica e di sinistra” e “una forte impronta sicilianista, nulla a che fare con il concetto autonomista di certi ceti conservatori e reazionari”.

L’obiettivo? “Continuare l’azione di risanamento della Sicilia che ho avviato nel corso di questo mio primo mandato e per rafforzare lo sviluppo economico e rilanciare l’occupazione. Quelle per le regionali saranno liste forti con tante personalità, con molti giovani e donne con l’obiettivo di rilanciare l’azione politica e di creare un gruppo solido all’Assemblea regionale siciliana”.

Le prove generali del nuovo movimento, il cui nome è ancora top secret, saranno probabilmente le Comunali a Palermo come ammette lo stesso Crocetta: “Non escludiamo di fare una lista pure per il Senato, discutendone con il Pd”.

Articoli correlati

1

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *