Crocetta rinuncia al bis: “Atto d’amore, non ho negoziato”

La decisione del Presidente della Regione dopo l’incontro a Roma con il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi

Crocetta

ROMA – “Ho incontrato Renzi, gli ho esternato le mie preoccupazioni per una candidatura poco conosciuta e gli ho illustrato i risultati del mio governo. Ma siamo troppo avanti per le primarie e a questo punto rischierei di non avere candidature alternative”. Sono le parole del Presidente della regione Rosario Crocetta all’uscita della sede del Partito Democratico al largo del Nazareno a Roma.

A qualche giorno dalla conferenza stampa in cui annunciava la propria candidatura autonoma se non si fossero convocate le primarie il 17 settembre – in polemica con la scelta del Rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari, ritenuta perdente e addirittura umiliante per il centrosinistra siciliano – il governatore uscente ha incontrato il Segretario del PD nella Capitale. Un incontro, quello con l’ex premier, al termine del quale il leader del Megafono sembra essere venuto a più miti consigli, rinunciando alla corsa solitaria ed evitando così di danneggiare i dem. 

“Non sono uno sfasciatutto, la politica sfascista non mi ha mai interessato – ha detto Crocetta parlando ai cronisti – voglio passare alla storia come il primo esponente che viene dalla storia del Pci che ha vinto le elezioni in Sicilia, non come colui che l’ha fatte perdere. Domani discuterò con i miei, perché non decido da solo”. Il Presidente della Regione, uscito dal Nazareno in compagnia del segretario regionale del Partito Fausto Raciti, che negli ultimi giorni aveva tentato di ricucire lo strappo tra il governatore e i vertici del partito, ha precisato di non aver barattato il ritiro della candidatura con alcuna contropartita. “Non ho negoziato nulla, nessun ticket”, ha detto Crocetta. Il presidente he ha tuttavia dato un’indicazione sul futuro del suo Megafono, che dovrebbe essere presente alle Politiche: “Presenterò le liste del mio movimento in Sicilia. Il mio è un atto di amore, senza odio. Ce ne fossero altri come me”.

1

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *