Fiumefreddo assolto perché il fatto non sussiste

L’avvocato catanese era imputato per i reati di truffa e infedele patrocinio nella vicenda dell’appuntato dei Carabinieri Favara

Calunnia

CATANIA – “Assolto perché il fatto non sussiste”. Dopo cinque anni di indagini, due richieste di archiviazione e un’imputazione coatta, ieri pomeriggio la dottoressa Chiara Raffiotta della Prima Sezione Penale del Tribunale di Catania ha emesso una sentenza di assoluzione nei confronti dell’avvocato Antonio Fiumefreddo, imputato per i reati di truffa e infedele patrocinio nella vicenda dell’appuntato dei Carabinieri Salvatore Favara.

Proprio costui, in servizio all’epoca dei fatti ai Carabinieri di Aci Castello, aveva denunciato il legale per i reati di cui sopra, accusandolo di essersi comportato scorrettamente e di averlo truffato per complessivi duemila euro. Un impianto accusatorio definitivamente smontato dalla sentenza di ieri, che restituisce a Fiumefreddo, difeso dagli avvocati Biondi e Fragalà, la sua onorabilità, gravata negli ultimi anni da accuse infamanti per chi svolga la professione legale.

Accuse gonfiate dolosamente da certa stampa – se così possiamo definirla – nel tentativo di rovinare la credibilità personale e professionale di Fiumefreddo. Credibilità costruita in trent’anni di carriera, e messa in dubbio soltanto quando l’uomo ha assunto una dimensione pubblica, intestandosi alcune battaglie di libertà contro i maggiorenti di questa terra. 

Ci piacerebbe leggere sui giornali, questa mattina, la notizia dell’assoluzione come per mesi abbiamo letto, con più o meno risalto, quelle relative alle altre fasi processuali. Ci piacerebbe leggere che un uomo accusato dei reati più gravi per chi svolga la professione forense abbia ottenuto il riconoscimento della propria onestà e deontologia. Ci piacerebbe che chi ha costruito teoremi con il solo scopo di danneggiare una persona “colpevole” di essersi impegnata nella cosa pubblica – nell’interesse collettivo – ammettesse la propria mala fede riconoscendo di avere perso.

Ci piacerebbe insomma che esistessero correttezza e onestà, sebbene l’esperienza ci dica che si tratti di merci sempre più preziose nella disgraziata società in cui viviamo. La redazione di Tribù, nel giorno dell’assoluzione, si stringe intorno al suo editore ed augura a lui e alla sua famiglia di poter ritrovare la serenità sottratta per tanto tempo. “La libertà basta volerla”, scriveva Marguerite Yourcenar. Ma serve anche il coraggio di difenderla, giorno dopo giorno, anche di fronte a vicende paradossali. 

2

  • Gentile prof. Fiumefreddo,
    sono davvero felice per la notizia, ma poichè sono anche il Suo più grande ammiratore (non in modo ironico, ma davvero), vorrei segnalarLe anche una vicenda relativa a riscossione sicilia.
    La ditta evirfin affitta ad oltre 238 mila euro la nuova sede, l’atto di autorizzazione è firmato da Lei e fa esattamente riferimento alle valutazioni dell’ o.m.i., tuttavia, senza dubitare della legittimità amministrativa dell’affitto, sotto il profilo delle semplici ragioni di opportunità, vorrei farLe notare:
    1) le valutazioni dell’o.m.i. possono abbracciare aree eterogenee (picanello e piazza europa ad esempio, non so concretamente ma in generale è così) che non hanno gli stessi prezzi di affitti ma l’o.m.i. può raggruppare ciononostante zone eterogenee della nostra città;
    2) via calipso va ad occupare l’estremo minimo e non la media o l’affitto più alto;
    3) per determinare la congruità del canone poichè mi pare che trattasi di edificio di nuova costruzione e considerata l’attuale situazione del mercato immobiliare vorrei che lei accedesse all’atto di provenienza dell’immobile alla ditta evirfin per verificare il prezzo d’acqusto da parte del locatore, dopo verifichi se la redditività della locazione è coerente con la media del 5% rispetto al prezzo d’acquisto da parte di evirfin.
    se così non fosse significherebbe che: l’immobile è in una via dove le case riguardano l’estremo minimo delle quotazioni immobiliari di riferimento e quindi è in concreto incongruo (se acquisto ad esempio a 2 milioni non posso affittare a 300.000 euro o a 250 mila ma devo affittare a 80.000 annui ovviamente.
    3) avete cercato di trovare immobili pubblici anche da valorizzare ?
    La prego di interessare anche il senatore Giarrusso della gravissima vicenda della sede della agenzia delle entrate e di piazza europa.
    In particolare per piazza europa l’anac ha evidenziato: “Sempre a seguito di segnalazione anonima, avente ad oggetto una non meglio specificata
    “vicenda dei parcheggi” nel comune di Catania, in parte presumibilmente riconducibile a
    quanto già oggetto di precedenti segnalazioni del medesimo anonimo, l’Autorità ha avviato
    un’indagine di carattere generale volta ad accertare le modalità con le quali il Comune realizza
    le proprie aree di parcheggio. Il riscontro offerto dal Comune di Catania, nonostante la
    frammentarietà della pur copiosa documentazione inviata, ha consentito di rilevare
    l’attuazione solo parziale del Piano parcheggi del medesimo Comune, come rimodulato nel 2005,
    e non ha chiarito l’evoluzione di alcune delle convenzioni per la realizzazione delle aree
    adibite a parcheggio (stipulate dieci anni prima), pur ricavandosi che le opere relative non
    sono state realizzate e che, ciò nonostante, le convenzioni, per quanto documentato, siano
    ancora efficaci. Alla luce di tali esiti è stata inviata una nota di contestazione dei fatti accertati
    al Comune di Catania. ”

    e cosa pensa del trasferimento della sede del tar catania fino in via sacro cuore?

    Certo del suo intervento pubblico e trasparente, ringrazio ed invio cordiali saluti

    • Caro Carlo,
      la stima è ricambiata.
      La procedura cui ti riferisci è stata ovviamente seguita da una delle direzioni di Riscossione.
      E’ stata seguita una procedura di evidenza pubblica e la società ha risparmiato oltre il 50% rispetto al precedente canone di affitto.
      Il tuo intervento offre spunti come sempre di rilievo e quindi anche se non ho più alcun ruolo in Riscossione mi premurerò di girarlo alla direzione competente perché tengano conto delle tue gradite osservazioni. Un abbraccio e grazie per tutto ciò che fai per la nostra terra.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *