Fiumefreddo a Crocetta: “Mandali tutti a casa”

L’appello dell’avvocato catanese al governatore: “Basta editti dei partiti e dei vecchi-giovani”

Lasciare il governo Crocetta a 4 mesi dalle elezioni è ridicolo e segno tangibile della mancanza di rispetto che i partiti hanno per la intelligenza dei cittadini.

Ma ancor più ridicolo è che, dopo aver annunciato che avrebbero lasciato le comode poltrone assessoriali, invece si esibiscano in una miserabile resistenza, naturalmente da uomini di Stato che non possono abbandonare proprio ora il gran lavoro che hanno iniziato, e del quale invero nessuno si è accorto. Ministri ed ex ministri, deputati e sottosegretari (anche indagati per corruzione aggravata), che da capi partito lanciano anatemi poi sconfessati dai loro uomini, che dalla sedia non si scollano, a dimostrazione di quanto poco contino persino a casa loro.

Ecco, cos’è l’antipolitica, ecco cosa e chi l’alimenta! L’antipolitica ha la faccia di questi imbroglioni.

Liturgia della bugia sfacciata che i cittadini non sopportano più e che d’altra parte sono dimostrazione della prepotenza di certi cosiddetti leader ai quali non serve il consenso perché i voti li raccolgono comprandoli attraverso l’immarcescibile politica clientelare che scommette sulla disperazione delle famiglie, o, quantomeno, di quelle che ancora restano in Sicilia perché non hanno mezzi per abbandonarla.
Assente anche la Chiesa in Sicilia, che fatica a tenere il passo con le posizioni di Papa Francesco e del Segretario della CEI, più impegnata a drenare risorse pubbliche per indirizzare anch’essa il voto che ad interpretare il grido dei cristiani  addolorati.

In questo quadro, fossi Crocetta – e non lo sono – farei in in questi 4 mesi ciò che avrebbe voluto fare in questi 5 anni. (Mi sono permesso di dirgli come la penso proprio ieri avendolo sentito per telefono). Non aspetterei il responso di nessuna segreteria politica, nessun editto di giovani-vecchi funzionari di partito, somiglianti a Fracchia senza la simpatia di quest’ultimo, e li manderei tutti a casa, seduta stante. Tutti!

PistorioNominerei giovani e meno giovani, che non ambiscano a candidarsi ma semplicemente che abbiano voglia di servire la loro terra per i prossimi 160 giorni.

Dimostrerei così che la Sicilia ha ancora qualche speranza, che esiste una parte buona che vuole e può liberarsi di quei soliti impresentabili i cui faccioni tanto più compaiono sui giornali quanto più scompaiono dalla considerazione dei cittadini.

Rosario fallo.

Non sai in quanti te ne saremmo grati!

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *