Fiumefreddo: “Basta con la barzelletta dei siciliani che non pagano. Ora gli sgravi per aiutare i cittadini”

L’amministratore unico di Riscossione Sicilia è stato audito oggi dalla Commissione per il Federalismo Fiscale CODICI Sicilia: “Condividiamo proposta detassazione”

 

ROMA – Si è tenuta stamani, a Palazzo San Macuto, l’audizione dell’amministratore unico di Riscossione Sicilia S.p.A. in Commissione bicamerale per il federalismo fiscale.

L’avv. Fiumefreddo, dopo aver illustrato la svolta della riscossione in Sicilia, con un bilancio che dopo vent’anni torna positivo, facendo registrare degli utili, ha chiesto al Presidente della Commissione parlamentare, on. Giorgetti, e ai commissari, di intervenire con una norma sulla definizione agevolata (rottamazione), così da consentire alle imprese che hanno crediti con la Pubblica Amministrazione di poterli compensare con i debiti tributari.

È stato anche discusso il tema delle esecuzioni immobiliari, e sulla soluzione da ricercare per evitare che i beni tornino nella disponibilità dell’evasore, con l’amministratore unico di Riscossione che ha proposto un intervento legislativo ispirato alla ratio delle misure di prevenzione e che preveda l’immediato sequestro di quegli immobili che per essere sottratti al fisco vengono ceduti a prestanome. È stato anche sottolineata alla Commissione l’esigenza del varo di una fiscalità di vantaggio per chi investe in Sicilia e più in generale per i cittadini siciliani che debbono scontare una condizione infrastrutturale di chiaro svantaggio.

Fiumefreddo ha illustrato ai commissari l’incidenza di un piano di esenzioni per le imprese che creano lavoro e parlato della urgenza di alleggerire la pressione fiscale in una regione che ha bisogno di ossigeno per la crescita.

2

  • Riscossione e l’agenzia delle Entrate potrebbero aiutare i siciliani garantendo tempi brevi dei rimborsi loro dovuti. Io aspetto ancora un rimborso, su sentenza passata in giudicato nel 2015. Ho fatto anche ricorso per ottemperanza, è ancora aspetto. Per non dire che nel frattempo maturano interessi a mio favore che la collettività sarà costretta a pagare

    • Gentile Chantal Colombrita,
      nello specifico il rimborso di cui si parla è dovuto dall’agenzia delle entrate e non già da riscossione sicilia.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *