‘Prima che la notte’, le foto dal set del film su Pippo Fava

Proseguono a Catania le riprese del film tv sul giornalista ucciso dalla mafia: le immagini raccolte da Tribù 

PIPPO FAVA

CATANIA – Proseguono in questi giorni in città le riprese del film tv “Prima che la notte”, la produzione RAI dedicata a Pippo Fava, il giornalista ucciso il 5 gennaio 1984 da Cosa nostra catanese. La pellicola, che ricostruirà le vicende del direttore de I Siciliani dall’arrivo a Catania fino all’omicidio nell’ex via dello Stadio (oggi via Fava), è tratta dal libro omonimo del figlio Claudio e del collega Miki Gambino, edito nel 2014 da Baldini & Castoldi.

I due autori hanno contribuito alla sceneggiatura insieme all’autrice Monica Zapelli e al regista Daniele Vicari. Protagonista nel ruolo di Fava Fabrizio Gifuni – David di Donatello per il miglior attore non protagonista nel ’14 con “Il capitale umano” – mentre è stato mantenuto il riserbo sulla composizione del resto del cast. Il film è prodotto da Paola e Fulvio Lucisano per la Italian International Film con RaiFiction.

“E’ un progetto molto bello con la storia di Pippo Fava interpretato da Fabrizio Gifuni – ha detto il regista Vicari parlando dell’opera – Avevo voglia di raccontare la vicenda di un uomo libero da ogni schema fino alle ultime conseguenze”. La messa in onda del film è prevista su Rai Uno prima di Natale. Non si tratta della prima produzione RAI dedicata all’intellettuale: nel 2013 in occasione dell’anniversario della morte era andato in onda il docu-film “I ragazzi di Pippo Fava”, scritto da Antonio Roccuzzo e Gualtiero Peirce, per la regia di Franza Di Rosa.

Il lavoro era tratto dalle pagine di “Mentre l’orchestrina suonava Gelosia” di Riccuzzo, uno dei collaboratori più stretti di Fava ai tempi de “I siciliani”. Oggi il nuovo progetto della RAI girato integralmente a Catania. Di seguito le immagini esclusive raccolte questa mattina da Tribù sul set di via Manzoni. Altre scene sono già state girate in piazza Dante e in via Fava sul luogo dell’omicidio.

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *