Gettonopoli Aci Catena, rinviati a giudizio 7 ex consiglieri

Emessa, invece, sentenza di non luogo a procedere per altro quattro ex consiglieri

CATANIA – L’inchiesta Gettonopoli al Comune di Aci Catena si conclude nella sua fase preliminare con il rinvio a giudizio di 7 ex consiglieri comunali. A deciderlo, il Gup Giovanni Cariolo.

Dopo le sei archiviazioni stabilite dal giudice Sebastiano Fabio Di Giacomo Barbagallo, oggi le posizioni di altri 4 soggetti sono state archiviate. Dunque, è stata emessa una sentenza di non luogo a procedere per Giovanni Grasso, Michele Puglisi, Giuseppe Sciacca e Rosario Sorbello.

Andranno alla sbarra, invece, Giuseppe AleoLuigi CitraroLuca GrancagnoloSalvatore LeonardiVenerando SapuppoGiuseppe Sorbello Giuseppe Urso.

Le accuse sono di truffa e falso. Le cifre contestate dalla Procura varierebbero tra i 51 e i 1.296 euro. Anche nel comune catenotoil caso Gettonopoli ha avuto origine da una denuncia del Movimento 5 Stelle e dell’associazione Aci Catena Bene Comune. Le posizioni ritenute “anomale” dai pentastellati erano circa una decinaSotto la lente del Pubblico Ministero Fabio Regolo, sono finite le presunte compresenze dei consiglieri in più sedute e diverse anomalie nei verbali.

Il rinvio a giudizio arriva in un momento delicatissimo per la comunità catenota. Infatti, siamo in piena campagna elettorale. Un quadro politico determinato da un’altra vicenda giudiziaria: l’arresto e le successive dimissioni dell’ex sindaco Ascenzio Maesano, accusato di corruzione in una diversa indagine.

Il processo avrà inizio il 13 ottobre.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *