La Procura: De Luca ha diffamato ripetutamente e gravemente Fiumefreddo

Ignazio De Luca è stato condannato dal tribunale a 6 anni e 3 mesi di reclusione per peculato

Oramai in questa nostra città succede di tutto, anche che un soggetto già tratto in arresto e condannato dal Tribunale a 6 anni e 3 mesi di reclusione per peculato perché nella sua veste di dipendente di una IPAb – che sarebbe un ente di beneficienza  della regione – si appropriava di ingenti somme di denaro per centinai di migliaia di euro, si inventi un sito on line e cominci a diffamare tutti coloro che hanno avuto la disavventura di allontanarlo.

Questo signore si chiama Ignazio De Luca, ed è addirittura iscritto all’ordine dei Giornalisti del Piemonte, non avendo mai risieduto in Piemonte, anzi per la precisione a Robouren in provincia di Cuneo, dove nessuno lo conosce.

Il sito si chiama laspiapress e De Luca ne è il direttore. Direttore di se stesso perché non risulta esserci una redazione e per la verità alla sede dichiarata nessuno l’ha più visto, ed anzi lo stesso De Luca risulta anagraficamente irreperibile.

Per conto di chi agisca non è compito nostro dire, ma di certo appare inquietante l’uso della sedicente stampa per intimidire, aggredire e massacrare chi di volta in volta viene messo nel mirino.

Più volte è toccato all’avv. Fiumefreddo che dopo aver fondato SUD anima ora questo Blog al quale lavoriamo tutti con grande libertà.

Il penalista catanese si è rivolto ovviamente all’Autorità giudiziaria ed ecco che è arrivata la prima richiesta di rinvio giudizio per l’improbabile giornalista.

La Procura contesta a De Luca ben 6 casi di diffamazione plurima ed aggravata in danno di Antonio Fiumefreddo.

Ne pubblichiamo il documento integrale così che ciascuno potrà farsi un’idea di quale sporca macchina del fango sia stata attivata per fermare l’avvocato e le sue battaglie, con attacchi anche sul piano personale che nulla hanno a che fare con la critica.

I Carabinieri, hanno, quindi, potuto accertare che le notizie pubblicate da De Luca su Fiumefreddo erano non soltanto false ma anche diffamatorie.

In passato, anche l’Unione dei Cronisti Italiana è intervenuta per stigmatizzare il comportamento di questo personaggio, e forse è giunto il momento che anche l’Ordine piemontese lo espella.

Di certo a nessuno può essere consentito di usare la Rete per infangare la vita di chi lavora e lotta per cambiare la nostra società.

DE LUCA DIFFAMAZIONE PLURIMA AGGRAVATA

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *