Lettera con proiettile al Capo della Mobile di Caltanissetta. Cosa sta accadendo in Sicilia?

Un gesto intimidatorio che segue di pochi giorni quelli al Procuratore Bertone e al Presidente della Commissione regionale antimafia Fava

Una busta con proiettile recapitata al Capo della Squadra Mobile di Catanissetta Marzia Giustolisi. Un gesto intimidatorio che segue di occhi giorni quelli al Procuratore distrettuale di Caltanissetta Amedeo Bertone e al Presidente della Commissione regionale antimafia Claudio Fava. L’odore del piombo che torna a farsi sentore in Sicilia, piombo recapitato per posta e non per pistola ma non per questo meno inquietante. E’ ancora presto per dire se i tre episodi siano collegati (Fava, Bertone e Giustolisi seguivano e seguono alcune delle indagini più delicate sul tavolo della Procura nissena). Ma l’aria che si respira in Sicilia non è affatto buona, se uomini delle Istituzioni, Magistrati e Forze dell’Ordine tornano a subire plateali intimidazioni per aver svolto il loro dovere.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *