M5s all’attacco sul Caf Bertolo: “Fa propaganda per il candidato di Musumeci”

Secondo i portavoce siciliani del Movimento il CAF puntese svolgerebbe propaganda politica in favore del candidato di Forza Italia all’Ars Dario Daidone

Caf

CATANIA – “Forza Italia fa propaganda politico-elettorale attraverso il CAF Bertolo di San Giovanni La Punta (Catania). Siamo al ‘clientelismo fiscale’ dei sostenitori di Musumeci?”. E’ quello che si chiedono in un’interrogazione parlamentare depositata in queste ore i portavoce siciliani del Movimento 5 Stelle Nunzia Catalfo, Mario Michele Giarrusso, Ornella Bertorotta, Vincenzo Santangelo e Giulia Grillo.

Secondo i parlamentari pentastellati il CAF puntese farebbe propaganda politica in favore del candidato di Forza Italia all’ARS Dario Daidone. L’ex consigliere catanese, vicecoordinatore provinciale di FI, ci riprova dopo che nel 2012 le oltre 5000 preferenze non bastarono a portarlo a Palazzo dei Normanni. A sostenerlo ci sarebbe anche il CAF amico. Non una novità, ricordano i portavoce M5s, visto che più volte in passato il centro assistenza fiscale ha ospitato incontri con esponenti di Forza Italia, con tanto di bandiere di partito appese ai muri.

Nel giugno 2016, ad esempio, i locali del centro ospitarono un incontro con l’europarlamentare Salvo Pogliese e lo stesso Daidone. Nei commenti alle foto postate su Facebook, il titolare Nicola Bertolo si complimenta per la riuscita dell’evento e rimanda entusiasta “al prossimo incontro formativo di Forza Italia Giovani”. Una settimana dopo è al Parlamento Europeo a Bruxelles con una delegazione italiana. Anche in questo caso fa bella mostra di sé una foto con Pogliese.

Lo stesso Bertolo, del resto, figura nel coordinamento provinciale etneo di Forza Italia con la qualifica di Vicedirettore amministrativo ed è consigliere comunale a San Giovanni La Punta. Un’esperienza che dura ormai dal 1999, attraverso stagioni politiche differenti. Anche quelle degli scioglimenti del Comune per mafia. Nel 2015 la corsa a sindaco con due liste civiche, sostenuto da Forza Italia, scrivono le cronache dell’epoca, ma anche dal duo Sammartino-Sudano. Non arriverà al ballottaggio ma confermerà il seggio nell’assise civica. Mantenendo al contempo lo storico CAF di via Etnea 48. Che oggi si starebbe dando da fare per la campagna elettorale per il candidato Daidone.

Un’attività sulla quale il Movimento Cinque Stelle accende oggi i riflettori: “Riteniamo che i soggetti che svolgono servizio pubblico come succede con i CAF, i Centri di assistenza fiscale, che nonostante siano soggetti di diritto privato svolgono servizi pubblici e percepiscono finanziamenti e rimborsi pubblici, non debbano svolgere eventi di natura politica e soprattutto fare propaganda elettorale all’interno dei propri centri o attraverso i loro canali comunicativi. Ciò al fine di garantire l’imparzialità e la neutralità del servizio alle persone che si rivolgono a tale istituti”.

“Queste azioni clientelari vanno fermate. Riteniamo, inoltre, assolutamente necessario revocare immediatamente l’accreditamento e quindi i finanziamenti di tutti i Caf che esplicitamente ed impropriamente conducono campagne di propaganda politica come è successo presso il Caf Bertolo di San Giovanni la Punta”, concludono i parlamentari pentastellati. Contattato dalla redazione di Tribù Nicola Bertolo, dal CAF spiegano che è in riunione e che richiamerà lui quando possibile visto che “c’è parecchia gente”. Come sempre c’è molto da fare.

LA REPLICA DI DAIDONE – In serata il candidato di Forza Italia ha replicato alle accuse dei Cinque Stelle: “A me non risulta che dentro il centro servizi si faccia campagna elettorale – dice l’ex consigliere catanese ai microfoni di TribùBertolo lo conosco, abbiamo fatto politica insieme ma non dentro il CAF. Mi pare di capire dall’articolo che ho letto che si parli soltanto di un profilo social”. Daidone respinge le accuse di “clientelismo fiscale”: “La politica e l’attività dei CAF vanno tenute distinte. Bisogna evitare che confluiscano, sopratutto durante una campagna elettorale. Peraltro credo che questo non sia nemmeno un periodo di grande attività fiscale”.   

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *