M5s, Tribunale sospende “regionarie”. Tegola per Cancelleri

Accolto in via cautelare l’esposto di un attivista escluso dalla consultazione online. M5s: “A elezioni ci saremo”

m5s

PALERMO – Tegola sulla campagna elettorale del M5s. Il Tribunale di Palermo ha sospeso le “regionarie” pentastellate. Il giudice della quinta sezione civile, Claudio Spiga, ha accolto il ricorso presentato dall’attivista Mauro Giulivi, escluso dalla votazione on line che ha incoronato Giancarlo Cancelleri, che ieri ha presentato il primo assessore della sua squadra di governo. 

Il provvedimento del giudice ha “sospeso” in via cautelare interlocutorio le regionali  rinviando la causa al 18 settembre per l’integrazione del contraddittorio nei confronti dei candidati che si sono classificati in posizione utile per entrare in lista.

L’attivista nell’esposto lamentava di essere stato escluso con un espediente e senza reale motivazione. Giulivi era stato escluso per non aver firmato un documento che gli era stato sottoposto dal Movimento e dallo staff, necessario per potersi candidare. Si tratterebbe di uno di quei testi ad hoc che M5s fa firmare ai candidati chiamandoli codici etici, ma che in realtà sarebbero clausole contrattuali.

“Il giudice – spiega all’AdnKronos l’avvocato di Giulivi, Lorenzo Borrè – nell’ordinanza ha detto che sussiste il fumus boni iuris per la sospensione dei provvedimenti di esclusione della partecipazione di Mauro Giulivi dalle procedure di scelta di candidati dell’M5s alle elezioni regionali del 2017” e di conseguenza “per la sospensione dell’efficacia esecutiva delle votazioni con cui sono stati scelti detti candidati”.

Il giudice “ha ritenuto però di dover estendere il contradditorio ai candidati votati alle primarie e ha quindi disposto una nuova udienza per il 18 settembre in occasione della quale il provvedimento verrà o confermato o revocato”, aggiunge il legale.

Un caso analogo si era verificato alle scorse amministrative di Genova. In quel caso, le consultazioni grilline non erano state ripetute. Tra meno di una settimane si saprà se la stessa cosa accadrà in Sicilia, dove il M5s nutre l’ambizione di conquistare la poltrona più alta della Regione. 

M5s: “A ELEZIONI CI SAREMO” – “Il MoVimento 5 Stelle in Sicilia ci sarà, non c’è nessun rischio caos. Il tribunale ha semplicemente accolto il ricorso di un iscritto che vuole essere in lista e, come misura cautelare, ha sospeso le regionarie. Ciò non toglie che il MoVimento 5 Stelle parteciperà alle elezioni, come previsto, e lo farà seguendo le decisioni che verranno prese dal tribunale”. È quanto si legge in un post sul blog di Beppe Grillo.

“Il tour in Sicilia continua oggi con il candidato presidente Giancarlo Cancelleri e Luigi Di Maio in visita nel messinese dove incontreranno allevatori e pescatori. Vogliamo raccontare a tutti il nostro programma per fare della Sicilia la prima regione a 5 Stelle. #SceglieteIlFuturo!”, si legge ancora.

1

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *