Mafia, sequestrati beni a boss del clan Santapaola

Il provvedimento – emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale ed eseguito dai Carabinieri – colpisce il patrimonio di Lorenzo Pavone, ritenuto elemento di vertice del gruppo di Picanello

CATANIA – I carabinieri  del Comando Provinciale di Catania, su delega della Procura distrettuale della Repubblica, hanno sequestrato il patrimonio di Lorenzo Pavone, 47 anni, ritenuto elemento di vertice del clan mafioso Santapaola e ,in particolare, del gruppo operante nel quartiere Picanello.

Pavone, attualmente in carcere, è stato arrestato nel gennaio scorso nell’ambito dell’operazione “Orfeo” che ha disarticolato il gruppo di Cosa nostra che opera nel popoloso rione. 

Il sequestro scaturisce dalle indagini patrimoniali svolte dai Carabinieri, relative al periodo 2005-2016. Le verifiche e i controlli hanno fatto emergere infatti che a Pavone, apparentemente impossidente, sono invece riferibili, in modo indiretto e per il tramite di intestazioni fittizie, beni immobili e mobili e attività di impresa, il cui valore appare sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati dal predetto e dai componenti il suo nucleo familiare. Il provvedimento – emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Catania e finalizzato alla successiva confisca – ha riguardato beni per un valore di 250 mila euro: un appartamento, una rosticceria, due auto e una moto. 

Pavone è stato più volte condannato per associazione di tipo mafioso. Nel 2004, la Corte di Appello di Catania gli ha inflitto una pena di 4 anni e 4 mesi. Nel 2014, il Gup del Tribunale etneo gli ha comminato 8 anni di reclusione per associazione di tipo mafioso nell’ambito dell’operazione denominata “Fiori Bianchi”. Nel 2015 e del 2016 la Corte di Appello di Catania lo ha invece condannato rispettivamente a sei anni di carcere per  estorsione aggravata e a  due anni e mesi sei di reclusione, per aver partecipato all’associazione mafiosa “Santapaola”.

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *