Migranti salvati da onde alte 4 metri, in 400 arrivano a Porto Empedocle

Un barcone di legno aveva già cominciato a imbarcare acqua

Kevin McElvaney, SOS MEDITERRANEE
Photo Credit Kevin McElvaney, SOS MEDITERRANEE

 

AGRIGENTO – È previsto per domani mattina a Porto Empedocle l’arrivo di 400 profughi sulla nave Aquarius di SOS Mediterranee.

L’orario di attracco dipenderà dalle condizioni meteo, in via di peggioramento. A bordo della nave umanitaria italo-franco-tedesca che opera con Medici Senza Frontiere, circa 400 migranti salvati tra la notte e le prime luci di mercoledì, mentre si trovavano a bordo di due barconi e un barchino.

Tra i profughi a bordo della nave Aquarius vi sono somali, eritrei,pakistani, bangladesi e siriani. La maggior parte sono stati salvati dal barcone di legno bianco che aveva cominciato a imbarcare acqua. Circa 40 da un barchino, 97 da un barcone blu. Sul più grande, si trovavano circa 400 persone: il resto del gruppo si trova a bordo di una nave della marina britannica, che è giunta in supporto.

Il trasferimento dei 97 profughi sulla nave della Marina britannica, pianificato per consentire il ricongiungimento dei nuclei familiari, è stato annullato a causa del peggioramento delle condizioni metereologiche, che lo avrebbero reso troppo pericoloso. L’Aquarius sta quindi facendo rotta verso Porto Empedocle dove, appena le condizioni meteo lo consentiranno, attraccherà domani mattina.

Durante la navigazione le onde hanno raggiunto un’altezza di 4 metri e le previsioni del tempo annunciano un peggioramento nelle prossime ore. A bordo molti dei profughi soffrono il mal di mare e gli staff di MSF e SOS MEDITERRANEE sono impegnati a prendersi cura di quelli che stanno male e supportare gli altri con acqua, cibo e coperte.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *