“Migranti stipati come sardine”: in 304 arrivano a Messina, due cadaveri

Una delle vittime sembrerebbe essere un minore, identificato da un parente che viaggiava con lui

migranti
migranti
Photo Credit Anthony Jean

MESSINA – Sono arrivati al molo Marconi 304 migranti soccorsi dalla nave umanitaria Aquarius venerdì pomeriggio. A bordo anche due cadaveri, su cui indaga la Procura. Quasi tutti sono stati trasportati coi pullman alla caserma Gasparro.

Venerdì pomeriggio la nave di Sos Mediterranee e Medici Senza Frontiere, ha salvato circa 193 profughi stipati su un unico gommone sovraffollato. Proprio sul fondo, i corpi senza vita di due uomini. Una delle vittime sembrerebbe essere un minore, identificato da
un parente che viaggiava con lui.

Un numero spaventoso di persone a bordo di un gommone. “Un record assoluto” l’ha definito Alexander Moroz, capitano della Aquarius. “Possiamo ritenerci fortunati di aver trovato soltanto due morti, su questa imbarcazione erano stipati come sardine”.

Uno dei sopravvissuti è stato colto da malore ieri mattina: rinvenuto privo di sensi durante la distribuzione della colazione, è stato immediatamente trasportato in elicottero a Malta, accompagnato da un parente.

Sulla Aquarius, sono poi arrivati altri migranti tra cui 61 minori, di cui 55 non accompagnati. I profughi sono tutti provenienti dall’Africa Subsahariana.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *