Milazzo, incendio nella Raffineria: grave un operaio

Le fiamme sono divampate da una pompa installata in prossimità di un serbatoio, quasi all’altezza del terzo pontile dello stabilimento petrolifero. Tre feriti, il più grave trasportato al Centro grandi ustioni di Catania

MILAZZO (MESSINA) – Tre operai sono rimasti feriti, di cui uno in maniera grave, nell’incendio che si è sviluppato questa mattina intorno alle 9.30 nella raffineria di Milazzo, nel messinese. Secondo le prime notizie, a prendere fuoco sarebbe stata una pompa installata in prossimità di un serbatoio, quasi all’altezza del terzo pontile dello stabilimento petrolifero.

Una colonna di fumo si è sparsa nell’atmosfera, proveniente dagli impianti della raffineria, erano visibili anche dalle isole Eolie. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco della raffineria di proprietà Eni e Q8, che dispone di una propria squadra interna. L’incendio è stato subito circoscritto e spento dopo poco più di un’ora. La procura di Barcellona Pozzo di Gotto ha aperto un’indagine.

L’operaio più grave è stato prima portato al pronto soccorso del Fogliani di Milazzo e poi trasferirlo al centro grandi ustioni di Catania. 

In un comunicato pubblicato sul proprio sito internet, la Raffineria spiega che si è trattato di “fuoriuscita di prodotto da un contatore, che ha generato un incendio. E’ prontamente intervenuta la Squadra interna d’emergenza di raffineria, che ha circoscritto e domato l’incendio. L’evento si è verificato in zona Nord-Est di raffineria, in prossimità del mare, in territorio del comune di San Filippo del Mela, lontano dall’area impianti di processo”.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *