Milo regina della musica d’autore con Battiato & C.

Grande successo di pubblico per la seconda edizione di “Luce del Sud”, la rassegna ideata dall’artista siciliano (FOTO)

battiato

MILO (CATANIA) – Per tre serate Milo, piccola gemma incastonata alle pendici dell’Etna, si è vestita con l’abito della festa più bello ospitando cantautori di fama nazionale che hanno avuto la capacità di fermare il tempo, all’interno dell’anfiteatro dedicato all’indimenticabile Lucio Dalla. Migliaia di persone giunte da ogni parte d’Italia hanno preso parte a Luce del sud, questo il nome della rassegna ideata da Franco Battiato nel 2016.

Per il secondo anno consecutivo Battiato regala alla sua città di adozione, ormai casa, una suggestione capace di donare atmosfere e ritmi che di solito vengono riservate dai grandi artisti a luoghi molto più blasonati, ma che non hanno nulla di più di questo piccolo borgo immerso nei vigneti e gli agrumi. Una tre giorni intrisa di contenuti, emozioni, incanto.

Il pubblico ha goduto di momenti eccezionali, seguiti sempre con cura premurosa da Battiato, complice senz’altro un’amministrazione comunale intelligente, che ha saputo comprendere il grande valore artistico e i risvolti culturali, sociali ed economici che momenti come questo possono significare per il territorio. Ed è una scelta apprezzata davvero da tutti, hotel, piccole strutture ricettive, attività commerciali, non hanno smesso un attimo di lavorare, registrando il tutto esaurito per l’intero mese di agosto, grazie anche alle circa quattromila presenze che la manifestazione ha registrato.

La prima serata ha visto protagonisti la catanese Carmen Consoli, Roberto Cacciapaglia, il vincitore del Festival di Sanremo Francesco Gabbani, la nissena Miele, anch’essa tra i partecipanti dell’ultimo Festival della canzone italiana e Gabriella Grasso.

Martedì è stata la volta di Emma e Luca Madonia che hanno poi lasciato il palco a uno strepitoso Battiato che non si è risparmiato affatto, eseguendo diversi pezzi del suo repertorio, da L’animale, E ti vengo a cercare, La cura, La prospettiva Nevsky, Voglio vederti danzare, Te lo leggo negli occhi, solo per citarne alcune. Ma è stata anche la serata di alcuni duetti tra la Marrone e Battiato che insieme hanno eseguito La canzone dei vecchi amanti, No time no space, Fornicazione.

La terza e ultima serata ha ospitato Arisa, Etta Scollo, Juri Camisasca, Vasco Brondi e l’ospite segreto annunciato solo poche ore prima, i Baustelle nota band dell’indie-rock italiano. Ognuno di loro ha eseguito pezzi del proprio repertorio, per poi smettere i propri panni e interpretare qualche brano di Battiato. Apprezzatissime Nomadi cantata da uno straordinario Camisasca e“Il re del Mondo” eseguita dai Baustelle. A chiudere la serata di mercoledì, ultima delle tre, Franco Battiato che ha eseguito tre brani: Le nostre anime, Centro di gravità permanente, Cuccuruccuccù.

Un successo che fa intravedere il naturale seguito, una già attesissima terza edizione che, ancora una volta, renderà indimenticabile l’estate milese e orgogliosa la Sicilia per un artista, un uomo, che questa terra la ama davvero.

<
>

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *