Il Muos non è abusivo: la decisione della Cassazione

La Suprema Corte non ha accolto la richiesta della Procura di Catania

NISCEMI – Il sistema satellitare americano Muos non è abusivo. A dettare un altro passo avanti per la messa in funzione dell’impianto è la Corte di Cassazione che ne ha reso definitivo il dissequestro.

Smontarlo tocca a noi non è uno slogan”: intimano, nel frattempo, gli attivisti NO MUOS.

Ciò che resta è la scelta della Suprema corte di non accogliere la richiesta della Procura di Catania contro la decisione del Tribunale del Riesame di togliere i sigilli all’impianto satellitare
I giudici della Cassazione, inoltre, hanno giudicato inammissibile anche il ricorso della Procura di Caltagirone, la prima ad aver imposto il sequestro della struttura perché costuita “senza le necessarie autorizzazioni”.

Una vicenda giudiziaria molto complessa che ha visto in prima linea Legambiente. Al centro della sua battaglia, la tutela della riserva naturale della Sughereta di Niscemi, proprio dove si erge l’impianto americano.

Il Muos torna in mano al Ministero della Difesa, dunque. La Cassazione, così, revoca il decreto di sequestro emesso il 31 marzo del 2015 dal Gip di Caltagirone.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *