Myrmex, Musumeci convoca gli ex ricercatori

Il Presidente della Regione ascolterà i lavoratori licenziati. Sospesa la protesta convocata per domani sotto il Palazzo dell’Esa di Catania

Myrmex

CATANIA – Alla fine la chiamata da Palazzo d’Orléans è arrivata. “Una delegazione di ex ricercatori della Myrmex è stata convocata a Palermo dal presidente della Regione, Nello Musumeci. In attesa di ulteriori sviluppi, il sit in programmato per domani di fronte l’ex Palazzo dell’Esa (Catania) è stato sospeso. Lo comunicano la Cgil e la Filctem Cgil provinciale”. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso oggi pomeriggio Cgil e Filctem Cgil di Catania.

Sul tavolo la situazione degli 80 ex ricercatori della Myrmex di Catania, costretti a vivere delle tristi festività natalizie. Nonostante la richiesta di aiuto inoltrata al presidente della Regione Nello Musumeci tramite una lettera aperta, fino ad oggi pomeriggio non era arrivata nessuna convocazione da parte del governatore.

Per questo i lavoratori licenziati avevano previsto una manifestazione di protesta per domani, 28 dicembre, a partire dalle ore 9,30 sotto il Palazzo dell’Esa. Gli ex ricercatori protestano contro l’intenzione del consiglio di amministrazione del Consiglio nazionale delle ricerche di acquisire il laboratorio dal proprietario Gianluca Calvi, senza prendere in considerazione la proposta dell’imprenditore Roberto Giusti di Prestafarma, che si era detto pronto a riassorbire anche tutti i lavoratori e a rilanciare le attività dell’impresa.

Per Cgil e Filctem Cgil di Catania il rischio che il laboratorio venga venduto al Cnr nonostante un imprenditore sia interessato ad acquistarlo e a riassorbire i ricercatori, non è stato scongiurato, sebbene la discussione del consiglio di amministrazione del centro sia stata rinviata al 29 dicembre.

“Non avremmo voluto trascorrere l’ennesimo Natale senza garanzie, senza ammortizzatori sociali e, soprattutto, con una pessima sensazione di avere perso ogni speranza – avevamo dichiarato i lavoratori prima della convocazione a Palermo da parte del Presidente Musumeci – Ci sentiamo presi in giro, in primo luogo dalle istituzioni, Regione Siciliana in testa, che non ha rispettato gli impegni presi alla luce del sole con tanto di delibera. Ma non molliamo”.

(Immagine di repertorio)

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *