“Non devi uscire di casa”: picchia la moglie e le spezza le gambe

Ennesimo caso di violenza domestica: in manette un operaio di 46 anni

GELA (CALTANISSETTA) – Al culmine dell’ennesima lite scoppiata per futili motivi, picchia la moglie e per impedirle di uscire di casa le spezza le gambe a colpi di sedia. A nulla sono valse le implorazioni e le suppliche del giovanissimo figlio che, in lacrime, ha assistito al pestaggio della madre.

Teatro del nuovo agghiacciante caso di violenza domestica un alloggio popolare del quartiere “Marchitello”, alla periferia ovest di Gela, in provincia di Caltanissetta. Il marito violento, un operaio di 46 anni, è stato arrestato dai carabinieri, intervenuti ieri sera dopo una telefonata al 112 dei vicini allarmati per le grida che provenivano dall’abitazione della coppia.

L’operaio è accusato di sequestro di persona e lesioni personali aggravate. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il marito in stato di alterazione psicofisica, durante un’ennesima discussione, aveva deciso di trattenere la moglie in casa contro la sua volontà, iniziando a minacciarla di morte e colpendola con una sedia e altre suppellettili.

La donna è stata soccorsa e ricoverata in ospedale. Ha riportato contusioni ed escoriazioni in varie parti del corpo nonché lesioni agli arti inferiori giudicate guaribili in 30 giorni. La vittima del pestaggio è stata assistita dai carabinieri ed informata delle tutele di legge e delle modalità di accesso alle strutture protette.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *