Paternò, era l’incubo di anziane e pensionate: preso scippatore seriale

I carabinieri hanno arrestato un 21enne catanese ritenuto autore di quattro scippi

PATERNO’ (CATANIA) – Incastrato dai filmati della videosorveglianza e da un’immaginetta di Santa Rita. Uno scippatore è stato arrestato dai Carabinieri di Paternò, nel catanese. E’ accusato di aver messo a segno a marzo quattro scippi nella cittadina etnea ai danni di donne anziane, mandando in due casi le sue vittime  in ospedale. Le manette sono scattate ai polsi di Salvatore Giuliano Cunsolo, di 21 anni, originario di Catania. L’ordinanza è stata firmata dal Gip del Tribunale di Catania su richiesta della Procura etnea.

Le indagini scattate dopo le denunce presentate dalle donne a cui erano state rubate le borse contenenti oltre ai documenti, bancomat e oggetti personali, anche somme in contanti fino a 200 euro.

Le immagini della videosorveglianza hanno subito permesso di risalire alla vettura usata dal Cunsolo per darsi alla fuga, una Fiat Punto, subito rintracciata dai militari. A bordo del veicolo è stata rinvenuta parte della refurtiva, poi restituita alle proprietarie. Nell’auto, i carabinieri  hanno anche trovato un’ immagine e preghiera di “Santa Rita”, con relativa custodia di colore marrone, che una delle vittime aveva indicato presente nella propria borsa al momento dello scippo. Nella casa del giovane i militari hanno anche rinvenuto l’abbigliamento utilizzato durante gli scippi. Cunsolo è stato associato nel carcere di piazza Lanza.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *