Segreteria PD: “Fabrizio Micari il nostro candidato”

Nel corso della direzione regionale i dem ufficializzano il sostegno al Rettore dell’Università di Palermo

Statuto

PALERMO – Dopo mesi di dibattito interno, il Partito Democratico ha finalmente scelto il candidato presidente da sostenere alle elezioni Regionali del 5 novembre. E’ il Rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, il quale stamattina nel corso di una conferenza stampa aveva confermato la propria disponibilità a scendere in campo “chiaramente come candidato civico, nell’ambito di un campo largo e di una coalizione di centrosinistra”.

La benedizione alla candidatura di Micari, frutto di una mediazione di Leoluca Orlando che ha avuto anche l’ok di Matteo Renzi, è arrivata nel corso della Segreteria regionale dem con l’intervento del segretario regionale del partito Filippo Raciti. La scelta del Rettore palermitano è stata descritta come “in continuità” rispetto all’esperienza di governo di Rosario Crocetta, per il quale durante si era arrivati ad ipotizzare un ruolo di vicepresidente in ticket con Micari. Come che vada, la proposta di oggi dovrà essere ratificata dalla Direzione convocata nei prossimi giorni. 

MICARI: “SARO’ PRIMUS INTER PARES” – Fabrizio Micari in conferenza stampa aveva spiegato così la sua decisione: “Lo faccio per i nostri giovani; è un impegno nei confronti della formazione. Questa è la fase due di un impegno già cominciato: da Rettore ho fatto il ‘primus inter pares’, anche il presidente della Regione svolge il medesimo ruolo”.

“Credo che la vera risposta e proposta che possiamo dare alle esigenze dei siciliani può avvenire se il centrosinistra, nel rispetto dei valori che lo caratterizzano, trovi la forza di marciare unitariamente. Questo se vogliamo lo possiamo chiamare appello: il ruolo che vorrei attribuirmi è quello di garante di quanto scritto nel programma”, ha aggiunto commentando il no di Mdp-Art 1 e Sinistra Italiana a far parte di una coalizione che comprenda i centristi di Ap.

Sollecitato dai giornalisti, Micari ha confermato che sarà candidato a governatore anche nell’ipotesi in cui Mdp e Sinistra italiana non dovessero far parte della coalizione, come hanno annunciato. Il neo candidato ha infine spiegato che lascerà la sua attuale carica di Rettore solo se sarà eletto governatore.

La discesa in campo di Micari è stata salutata con favore dagli esponenti siciliani dell’area Dem che fa riferimento al ministro della Giustizia Andrea Orlando, per il “suo profilo civico e competente e per gli spunti lanciati oggi durante la conferenza stampa, legati soprattutto alla necessità di legalità e trasparenza in Sicilia: una buona partenza”.

“Fabrizio Micari rappresenta l’unica vera novità rispetto a Musumeci e Cancellieri, già candidati cinque anni fa, e siamo convinti che rappresenti una risorsa per governare in modo serio, dando risposte ai problemi ed evitando il rischio che prevalgano i populismi di destra e quelli a 5 stelle”, concludono gli esponenti dell’area Orlando che lancia un appello ad Articolo 1 e Sinistra Italiana “perché non prevalga un approccio minoritario, ma si lavori tutti insieme per cambiare il volto della Sicilia”.

Articoli correlati

1

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *