Il pesce, dal mito antico alla cucina

Quando si vuole fare la differenza per mangiare del buon pesce occorre affidarsi alle doti di antico ristoratore del signor Giuseppe Ipsale

Colapesce

Il pesce a Catania si può mangiare ovunque ma cucinarlo in modo raffinato e servirlo come si deve sono altra cosa.

Ed allora, se un buon pesce può mangiarsi in diversi posti, quando si vuole fare la differenza occorre affidarsi alle doti di antico ristoratore del signor Giuseppe Ipsale, nome greco e radici sicilianissime.

Colapesce, quindi, viene fuori dai margini del quartiere di San Berillo vecchio per approdare in viale XX Settembre, ridando vita ad un viale bellissimo che negli ultimi ha visto spegnersi, purtroppo, molte luci.

Un po’ come il mito di Colapesce che, in versione culinaria, regge la Sicilia della tradizione pescatoria.

Anzitutto, il prodotto, sempre fresco altrimenti non servito, e poi un’attenzione alle vecchie ricette, con l’uso degli agrumi della nostra terra a dare un dispettoso sapore al nostro mare.

Dai polipetti alla luciana alle ostriche alle aragoste ai “fasolari”, con una predilezione per i primi piatti da sperimentare.

Sempre che la varietà degli antipasti lasci ancora spazio ad altro.

I vini giusti e per tutte le tasche.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *