Primarie Pd, gazebo aperti con l’incognita affluenza

Il popolo Dem elegge il nuovo segretario nazionale

CATANIA – Sono aperti dalle 8 di stamattina i seggi nei gazebo per l’elezione del segretario nazionale del Pd. In Sicilia saranno 398 i gazebo per votare.  “Ce ne sarà almeno uno in quasi tutti i comuni della Sicilia – dice Antonio Rubino, responsabile regionale dell’Organizzazione del partito – naturalmente nei grandi centri i gazebo saranno più di uno”. Una sessantina i seggi previsti a Catania e provincia.

A contendersi la guida del partito, l’ex segretario Matteo Renzi, il Guardasigilli Andrea Orlando e il governatore della Puglia, Michele Emiliano.

I sondaggi danno per favorito l’ex premier. Alle convenzioni dei circoli di alcune settimane fa (il voto riservato agli iscritti al partito) Renzi ha raccolto nell’Isola il 70,01% dei consensi, il ministro della Giustizia Orlando il 23,91% mentre Emiliano si è fermato al 6,48%.

E’ la quinta volta che il Partito Democratico ricorre alle Primarie per eleggere il proprio segretario. Ma per la prima volta, a meno di clamorose sorprese, non saranno superati i due milioni di votanti. Nel 2013, furono poco meno di 3 milioni. Lo stesso Renzi ha affermato che sarà un successo, sarà una festa se i partecipanti saranno un milione. “Se resteremo sotto la soglia dei due milioni sarebbe un segno di affaticamento del partito”, ha replicato Orlando.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *