Pubbliservizi, Silvio Ontario è il nuovo amministratore unico

E’ stato nominato dall’assemblea dei soci

pubbliservizi

CATANIA – Dopo un paio mesi di vuoto, la Pubbliservizi ha un nuovo amministratore unico. E’ Silvio Ontario, 43anni, imprenditore e presidente regionale dei giovani imprenditori di Sicindustria, già responsabile per il Mezzogiorno ed ex ufficiale della Marina Militare. E’ stato nominato nella tarda serata di ieri dall’assemblea dei soci.

“Abbiamo scelto un manager – ha il sindaco metropolitano Enzo Bianco – un esponente del mondo produttivo fuori da dinamiche politiche. L’esperienza maturata da Ontario come imprenditore e nel mondo associativo alla guida dei giovani imprenditori del Sud Italia e della Sicilia saranno di grande aiuto per il salvataggio e il rilancio dell’azienda”.

La nomina arriva a pochi giorni dal vertice di venerdì scorso in Prefettura con Francesco Marano, in rappresentanza del sindaco Bianco, e le organizzazioni sindacali. In quella sede Marano assunse impegni precisi: assemblea dei soci con la nomina del nuovo amministratore unico e la firma da parte del sindaco, avvenuta lunedì, della proroga di due mesi del contratto di servizio con la possibilità di acquisto dei materiali da parte della Città Metropolitana che Pubbliservizi utilizza per i suoi interventi.

Adesso si attende l’arrivo del parere del professore Marcello Clarich che permetterà di iniziare il percorso di trasformazione di Pubbliservizi in azienda speciale.

“La nostra volontà – ha aggiunto Bianco – è quella di garantire trasparenza ed efficienza per un’azienda strategica per il territorio e per i 58 comuni della città metropolitana e di tutelare i dipendenti, sia per quel che riguarda il posto di lavoro sia per il pagamento degli stipendi”.

“Vogliamo che l’azienda – ha concluso Bianco – possa avere un po’ serenità e possa procedere nel processo di trasformazione che ovviamente dovrà durare un paio di mesi e che potremo fare anche grazie un adeguato piano industriale di rilancio garantendo tutti i servizi svolti, dalla manutenzione di scuole ed edifici pubblici a quella delle strade”.

La nomina di Ontario è il primo passo per ridare serenità ai quasi 400 lavoratori preoccupati per la totale assenza di governance dopo le dimissioni di Salvatore Muscarà e la rinuncia di Michele Giorgianni.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *