Regionali, Lagalla vara IdeaSicilia: “Io candidato? Lo diranno i siciliani”

Il progetto è stato tenuto a battesimo qualche ora fa dall’ex rettore dell’Università di Palermo

PALERMO – Un nome in campo per le prossime Regionali, tra i molti ancora in forse di questa delicata fase politica, potrebbe esserci già. Manca ancora l’ufficialità, ma il progetto ha tutta l’aria di voler competere sul terreno elettorale. Si chiama “IdeaSicilia” ed è il movimento tenuto a battesimo qualche ora fa dall’ex rettore dell’Università degli Studi di Palermo Roberto Lagalla. “In Sicilia è il momento di svoltare”, ha detto Lagalla alla presentazione della sua creatura. Quanto all’essere artefice della svolta nessuna certezza: “Se mi candiderò alla Presidenza della Regione? Lo diranno i siciliani”.

L’ipotesi dell’ex rettore a Palazzo d’Orleans, in realtà, non è affatto nuova alle cronache politiche siciliane. Già assessore tecnico dell’allora presidente della Regione Totò Cuffaro, i movimenti dell’ex Magnifico sono monitorati dalla stampa ormai da mesi. Candidato unico anti-grillino, si era anche detto, senza che dall’interessato arrivasse alcuna conferma. Fino al lancio del laboratorio di idee di queste ore, “IdeaSicilia” appunto: “Programmi, progetti, prospettive per la Sicilia: di questo desideriamo parlare – ha detto Lagalla presentando il progetto – Si deve aprire una nuova stagione e mettere in campo una politica seria, capace di dare lavoro, di aiutare le imprese e soprattutto di incoraggiare i giovani, perché circa novemila di loro ogni anno vanno via dalla Sicilia, con una desertificazione di capitale umano che sta diventando intollerabile. Questa è una delle prime cose su cui bisogna intervenire. Idea Sicilia non nasce come partito politico ma come spazio di animazione, di dialogo politico e culturale”.

Diversi gli ospiti illustri intervenuti alla presentazione, da Andrea Morettino, export manager di Caffè Morettino, a Susanna Dalìa, fondatrice dell’associazione “Angeli della Notte”, da Toti Di Dio, direttore del laboratorio di innovazione sociale e urbana PUSH, a Germano Bondì, co-fondatore di Oxygen. Presenti anche Antonio Calabrò, Senior Advisor Culture Pirelli & C. e Carlo Ottaviano, giornalista.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *