Matteo Renzi e il PD catanese: vittoria o sconfitta?

Il voto dei circoli del PD catanese consegna un quadro politico ambivalente: l’ex premier può ritenersi soddisfatto del 58%?

Primarie Pd, Emiliano presenta la sua mozione a Catania

 

CATANIA – Un risultato passibile di molte letture, da interpretare con spirito sciamanico per trarre ciascuno la propria valutazione. Il voto dei circoli del PD catanese consegna un quadro politico ambivalente. Matteo Renzi ha ottenuto il 58,01% dei consensi (3194 voti), Andrea Orlando il 39,03% (2149 voti) e Michele Emiliano il 2,96% (163 voti).

Questo il freddo dato numerico: da qui a stabilire con certezza se Renzi abbia vinto bene o male – di ciò si tratta, in fondo, per queste primarie – ce ne passa.

Ciò che sembra oggettivo è il buon risultato di Andrea Orlando: il ministro della Giustizia ottiene quasi il 40% dei voti, a fronte del 25% nazionale e del 22% regionale.

Un risultato congruo, dovuto all’appoggio di fasce importanti del PD catanese – in prima linea l’onorevole Berretta, coordinatore regionale della mozione – e dei sindacati. Sotto traccia Michele Emiliano, che non supera il 3% dei voti mentre a livello regionale e nazionale supera il 5%.

Veniamo dunque al 58% di Renzi. Una vittoria o una sconfitta?

L’ex premier ottiene un 10% in meno rispetto alla media nazionale (68%) e un 14% in meno rispetto al risultato della Regione (72%). Considerando gli appoggi degli avversari e il fatto che proprio qui avesse incassato una batosta sonora al referendum non sembra gli sia andata così male.

D’altra parte ad appoggiare la sua mozione c’erano personaggi non meno importanti: in primis il sindaco di Catania Enzo Bianco, e poi il duo di onorevoli regionali Luca Sammartino e Valeria Sudano, campioni di tessere che non riescono tuttavia a far sfondare il loro candidato.

Lasciamo ai lettori di valutare come siano andate davvero le cose. Bisognerà attendere il 30 aprile con le primarie aperte per stabilire se e come Matteo Renzi riuscirà a riprendersi il partito. E come deciderà di compensare chi in questa battaglia l’ha sostenuto, anche in Sicilia e a Catania.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *